Giulio Baffi 06/06/2013   15:33 3963

Festival: Sommese revoca i fondi ma per incrementarli. Baffi: 'Pronti a partire con Città Spettacolo'


L'assessore al ramo revoca i fondi e i potenziali beneficiari si sentono minacciati. In realtà, il neo delegato di Caldoro al Turismo, ha spiegato oggi in conferenza stampa che riteneva quei 3 milioni di euro distribuiti sulle misure 1.9 e 1.12 insufficienti a sostenere gli eventi culturali che si svolgono in Campania.
Il chiarimento ci giunge dal direttore artistico di Benevento Città Spettacolo, Giulio Baffi, contattato telefonicamente dalla nostra redazione, all'uscita di Palazzo Santa Lucia, dove ha preso parte all'incontro di Sommese con la stampa e gli operatori culturali.
"Sommese - racconta Baffi - ha precisato di aver concordato con il presidente Caldoro di prevedere una cifra più consona a soddisfare l'organizzazione degli eventi culturali nella nostra regione".
Presto, sarà pubblicato un nuovo bando, in sostituzione del precedente. Nessun allarmismo, dunque. Solo gli abituali ritardi.
C'è un però. Si salvano solo i festival che si tengono da settembre in poi. Tutti gli altri dovranno spostare le date. La rassegna beneventana, allora, è salva, ma il suo direttore artistico non perde tempo. Con un programma depositato già il 3 aprile scorso, vuole incontrare quanto prima Sommese che, intanto, la prossima settimana si vedrà con il suo omologo cittadino, Raffaele Del Vecchio.
"Non sono sconcertato - ha tenuto a precisare Baffi. Qui siamo prontissimi e speriamo che arrivi presto il provvedimento che ci consenta di fare il festival". Per il 2013, la direzione artistica non esclude che l'evento possa oltrepassare le mura longobarde e magari giungere in qualche paese della provincia.
Purchè la burocrazia non ci metta lo zampino.
Laura De Figlio

commenti presenti 2 » LEGGI
^ torna in alto Stai leggendo un articolo di > Cultura&Spettacolo

il Quaderno l'informazione quotidiana online multimediale: articoli, interviste, video e fotogallery.

L'informazione locale sempre con te

Sostieni il giornalismo! DONA ORA