Letto 17/03/2020   20:18 20373

Come utilizzare correttamente i presidi sanitari a casa: le traverse per il letto 80x180


Il Welfare non è solo assistenza, ma anche benessere. Per questo motivo il nostro sistema sanitario spinge per l'assistenza in casa fornendo tutti gli ausili sanitari di cui si può aver bisogno. Tra questi le traverse. Vediamone però il loro corretto utilizzo. 

Le traverse per il letto sono pratici teli assorbenti, da utilizzare nell’eventualità che i fluidi prodotti dal corpo vadano ad intridere il materasso sottostante. Si utilizzano quindi sotto le lenzuola di un soggetto anziano o disabile con problemi di incontinenza. Sono particolarmente utili anche nei casi in cui una persona colpita da un infortunio, o sottoposta a un intervento chirurgico, sia costretta a letto a lungo.

Come si posizionano

Le traverse letto misura 80x180 sono pensate per un letto singolo o a una piazza e mezza; le misure sono infatti pensate per coprire in modo perfetto la zona lombare del soggetto, dove più facilmente si hanno eventuali perdite. Volendo la traversa si può posizionare anche più in alto o più in basso, nei casi in cui si intenda utilizzarla per soggetti con ferite significative alla parte alta del busto o alle gambe. Sono progettate in modo da posizionarle orizzontalmente rispetto al materasso; coprono quindi una fascia alta circa 80 cm, con le zone laterali che sono da inserire sotto al materasso. In questo modo si ha la possibilità di mantenerle ferme, anche nel caso in cui un soggetto vi rimanga appoggiato per lungo tempo, senza spostarsi in occasione dei normali movimenti del corpo durante il sonno o la veglia.

Come funziona una traversa

Le traverse letto 80x180 cm hanno due lati ben diversi tra di loro; la parte superiore è infatti costituita da un materiale assorbente. L’assorbenza non è quella di un classico “pannolone”, visto che le traverse sono pensate per l’utilizzo in concomitanza con questo tipo di ausili. In ogni caso sono in grado di assorbire senza problemi buona quantità di fluido e ne esistono con differenti gradi di assorbenza. Tale capacità indicata da gocce, da 1 a 4, dove al numero più alto corrisponde la capacità di assorbire maggiori quantità di fluidi.

La parte inferiore della traversa 80x180, accoppiata con un materiale plastico perfettamente impermeabile. In questo modo il materasso è al riparo da eventuali incontinenze notturne che non sono supportate dagli assorbenti. Si usano spesso durante le ore notturne, in quanto in molti casi è difficile che chi assiste l’anziano o il malato riesca a sostituire più volte l’assorbente proprio in questo periodo. In soggetti fortemente incontinenti la traversa può essere utilizzata durante tutto l’arco del giorno.

Pratica e comoda in ogni situazione

La praticità di una traversa sta nel fatto che nonostante il soggetto con disabilità affetto da incontinenza produca, nel corso delle ore, un regolare sgocciolio sul materasso, questo non arriva in alcun modo ad assorbirlo. È infatti la traversa a captare queste perdite, evitando così di rovinare il materasso; sarebbe infatti assai complicato cercare di rimuovere urina, o altri fluidi corporei, dal materiale di cui è composto. Le traverse oggi disponibili in commercio hanno il vantaggio di essere disponibili nella versione usa e getta. Si può così posizionare una traversa letto 80x180 sotto al malato, per sostituirla anche più volte al giorno, garantendo sempre un asciutto perfetto e zero danni al materasso.

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di > Sanità

il Quaderno l'informazione quotidiana online multimediale: articoli, interviste, video e fotogallery.

L'informazione locale sempre con te

Sostieni il giornalismo! DONA ORA