Artemente. Intervista al critico d'arte Giorgio Agnisola


Parlare con Giorgio Agnisola, rasserena l'animo e predispone a esplorare nuovi orizzonti del proprio sapere. Persona dalle molteplici attività intellettuali e artistiche, preferisce che lo si presenti come critico d'arte.

Lascia un senso l'appagamento il ricordo dell'incontro con lui e più d'ogni altro insegnamento, permane un concetto importante, che può tranquillamente essere esteso a ogni forma di interesse e ricerca di competenza.

Coltivare il linguaggio e leggere molto, perché leggendo si acquisiscono quei registri, quelle cadenze del linguaggio proprio. Il critico è quella persona che non solo dice d'arte. Parla d'arte usando un linguaggio molto denso ma che non diventi ermetico e incomprensibile. Mai deve dimenticare il critico d'arte che il suo compito è quello di capire per far capire. Comprendere per aiutare gli altri a entrare nell'opera.

Alfredo Martinelli

Stai leggendo un articolo di > Artemente

il Quaderno l'informazione quotidiana online multimediale: articoli, interviste, video e fotogallery.

L'informazione locale sempre con te

Sostieni il giornalismo! DONA ORA