Convegno Minori stranieri non accompagnati 29/06/2018   12:36 914

Minori stranieri non accompagnati: un convegno a Pietrelcina


Percorsi, storie di arrivo e aspetti socio giuridici: il rischio di tratta e sfruttamento.

Si è tenuto il 22 giugno a Pietrelcina il convegno dal tema “Minori stranieri non accompagnati, i lati oscuri della scomparsa” organizzato dall’Associazione Penelope (Associazione Nazionale delle Famiglie e degli Amici delle Persone Scomparse) e dall’ Aiga Associazione Italiana Giovani Avvocati).

L’incontro, che ha visto la partecipazione della Caritas di Benevento e dell’Ordine degli Avvocati del capoluogo sannita, ha focalizzato l’attenzione sul crescente fenomeno della scomparsa dei minori stranieri dai centri di accoglienza.

In una sala gremita di partecipanti, gli esperti relatori - dall’alto della loro esperienza, competenza e professionalità - hanno fornito una visione generale e approfondita della condizione dei minori stranieri non accompagnati, dal quadro giuridico, con un approfondimento sulla Legge Zampa, a quello sociale; dalla denuncia di scomparsa sino al rischio dello sfruttamento e abuso dei minori stranieri non accompagnati.

La tavola rotonda ha visto susseguirsi gli interventi di: Alfonso Mercaldo, responsabile dell’ufficio immigrazione presso la Questura di Benevento; Miriam Lapalorcia, Sostituto Procuratore presso la Procura di Benevento; Sabrina Ricciardi, Senatrice della Repubblica; Antonio Maria La Scala, Presidente Nazionale dell’Associazione Penelope e Gens Nova, vice-presidente A.N.F.I. Centro-Sud e professore di Diritto Penale presso l’Università Lum Jean Monnet; Antonella Milano, operatore legale SPRAR presso il centro di accoglienza M.S.N.A. Benevento; Francesco Maria Graziano, segretario Associazione Penelope-Regione Campania.
Dopo i saluti istituzionali del presidente del Consiglio dell’Ordine di Benevento. Alberto Mazzeo, e dell’AIga, rappresentata da Stefano Tancredi, Marialetizia Giacobelli, Presidente Penelope Associazione Territoriale Campania, nel ringraziare il Sindaco del Comune di Pietrelcina, Domenico Masone, per il supporto dato nell’organizzazione di questo incontro, ha sottolineato l’importanza che questi incontri hanno nel tessuto sociale (coinvolgendo cittadini ed istituzioni) per prevenire, attraverso l’informazione e la formazione, i casi di scomparsa.

I dati forniti semestralmente dal Ministero degli Interni, con la relazione del Commissario Straordinario del Governo per le persone scomparse, sono impressionanti. Le persone scomparse sul tutto il territorio nazionale sono 52. 900, tra cui circa 33.049 sono minori e minori stranieri non accompagnati che si allontanano facendo perdere le loro tracce, dichiara il Presidente dell’Associazione Penelope Italia Onlus, Antonio Maria La Scala, il quale, si batte quotidianamente, non solo per prevenire il fenomeno della scomparsa ma anche per colmare la ingiustificabile lacuna tra bisognosi (familiari ed amici delle persone scomparse) ed istituzioni.

“Questi numeri non possono e non devono lasciarci indifferenti – ha dichiarato Sabrina Ricciard senatrice della Repubblica – l’entità del fenomeno rende necessario e doveroso individuare interventi idonei ed efficaci per prevenire che una categoria così vulnerabile come quella dei minori stranieri soli, si allontanino dai centri di accoglienza rendendosi così “irreperibili”.

Infatti, aggiunge Luisa Faiella, direttivo Associazione Penelope Regione Campania e direttivo AIGA sezione di Benevento: “il timore è che questi bambini - bambini soli, bambini senza una figura genitoriale o un adulto di riferimento - nel rendersi irreperibili finiscano nelle reti criminali dello sfruttamento sessuale, del lavoro nero, o peggio ancora, il timore più grande è che di fronte ad un numero così alto di scomparse possa celarsi anche il traffico di organi”.

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di > Migrazioni

il Quaderno l'informazione quotidiana online multimediale: articoli, interviste, video e fotogallery.

L'informazione locale sempre con te

Sostieni il giornalismo! DONA ORA