Guardia di Finanza 15/01/2019   17:47 1060

GdF Benevento. Sequestrati 7.550 litri di carburante per autotrazione di contrabbando


Il sequestro a Buonalbergo, denunciato il responsabile.

Nel quadro dei servizi di prevenzione generale e controllo del territorio , finalizzato al contrasto ai traffici illeciti, i finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Benevento hanno effettuato un intervento a contrasto delle frodi in materia di accise sugli oli minerali, sottoponendo a sequestro 7.500 litri di carburante per autotrazione di contrabbando contenuti all’interno di una cisterna priva di qualsivoglia certificazione di conformità.

Le peculiari attività info-investigative dei militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Benevento hanno permesso di individuare, all’interno di un piazzale privato sito nel Comune di Buonalbergo, la presenza di un contenitore-distributore, ad uso privato, per l'erogazione di carburanti. La cisterna, in uso ad una società edile in liquidazione, risultava essere alimentata ad energia elettrica, perfettamente funzionante, dotata di raccordi in gomma, pistola erogatrice e contalitri. La stessa, tuttavia, oltre ad essere sprovvista della documentazione necessaria ai fini della prevenzione incendi e a quella prevista dalla Legge regionale relativa alle comunicazioni ed autorizzazioni rilasciate dal Comune ove insiste, è risultata essere piena di gasolio per autotrazione, quantificato in 7500 litri, non denunciati alle Autorità competenti in violazione dell’art. 679 del codice penale.

Gli ulteriori approfondimenti, mirati alla verifica della provenienza del prodotto petrolifero, hanno fatto emergere in capo al liquidatore della società titolare della cisterna, il reato di cui all’articolo 40 del D.Lvo 504/95 – Contrabbando, in quanto lo stesso non è stato in grado di dimostrare la legittima provenienza del prodotto.

Al termine del servizio di controllo la cisterna ed il carburante venivano sottoposti a sequestro ed il liquidatore della società veniva denunciato per contrabbando di prodotti sottoposti ad accise. Sono in corso ulteriori controlli finalizzati ad accertare la regolare composizione chimica del gasolio sottoposto a sequestro, al fine di reprimere eventuali adulterazioni del prodotto stesso, fenomeno largamente diffuso negli ultimi anni.
L’odierna attività testimonia ancora una volta la costante e continua attività di contrasto alla criminalità economico – finanziaria messa in campo dai militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza.

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di»Cronaca