12/03/2015   14:16 8687

Solo 0-0 per il Benevento contro Aversa Normanna


L’ANALISI
Il Benevento cercava il riscatto, l’aveva annunciato e l’Aversa Normanna sembrava la vittima sacrificale perfetta sulla quale riversare tutta la rabbia accumulata dalla truppa di Brini dopo il ko di Salerno. I giallorossi a quanto pare non sono riusciti a voltare pagina e sono entrati in campo con lo stesso timore che li ha frenati domenica scorsa all’Arechi. Lo scialbo 0-0 partorito al Vigorito è la sintesi di una partita brutta eppure il Benevento c’ha provato con Eusepi già al 6’, ma la conclusione dell’attaccante, debole e centrale, viene bloccata da Lagomarsini. Al 16’ l’Aversa potrebbe capitolare sotto il colpo di Agyei, bravo a rimediare un controllo non perfetto e poi a tirare, ma la sfera s’infrange sul palo. Per vedere la risposta degli ospiti bisogna attendere il 26’ con Mosciaro ma la sua conclusione si spegne alta sulla traversa. I sanniti ci provano ancora al 32’ dopo che Mazzeo aveva prima recuperato palla e poi servito Marotta che non riusciva però a battere Lagomarsini. I sanniti rimangono il pressione conquistando due corner consecutivi. Sul primo angolo al 34’ Marotta, su spizzata di Scognamiglio, tira ma debolmente mentre sul secondo calcio d’angolo Scognamiglio prende l’ascensore e impatta, Lagomarsini ha problemi di presa ma la difesa aversana si salva. Al 45’ gli ospiti hanno un sussulto con Sassano che serve l’accorrente Catinali ma Mazzeo in ripiegamento è bravo a chiudere e a concedere loro solo un angolo. Brini aveva schierato un insolito 4-3-3 ad inizio partita con Mazzeo lasciato libero di agire dietro le due punte Marotta ed Eusepi con Campagnacci e Agyei a fare da chioccia a D’Agostino. Sul finire del primo tempo però Agyei è costretto ad uscire al suo posto il rientrante Vitiello. Anche Marra era dovuto correre ai ripari al 25’ inserendo il giovanissimo Petricciuolo al posto dell’infortunato Cossentino. L’undici aversano anche se privo di uomini chiave come Balzano e De Vena offre una partita maschia e tatticamente perfetta. I pericoli maggiori gli ospiti li hanno sulle corsie esterne, che il Benevento non sfrutta a dovere. Nella ripresa, l’Aversa si rende subito pericolosa con Mangiacasale, la sua conclusione da fuori si spegne di poco a lato. Il Benevento reagisce immediatamente e al 49’ prima Eusepi impensierisce Lagomarsini con un destro a giro, deviato in angolo, poi Scognamiglio di testa colpisce la traversa. L’Aversa è vivo e al 55’ ha l’occasione per passare in vantaggio con Sassano che entra in area, prova a saltare Pane e poi da posizione defilata tenta il tiro che però non viene raccolto da nessun compagno di squadra e si spegne lentamente sul fondo. Al 69’ l’Aversa potrebbe ancora tentare il colpo, ma il neo entrato De Luca tira su Pane che blocca sicuro. Al 75’ ancora gli ospiti potrebbero portarsi in vantaggio ma il palo frena la conclusione di Sassano con il grido d’esultanza che gli si strozza in gola. Brini a questo punto prova a correggere la partita ed inserisce Kanouté e Alfageme per un poco ispirato D’Agostino ed un evanescente Eusepi, passando al consolidato 4-4-2. Marra invece capisce che il punto al Vigorito vale oro ed allora inserisce Castellano, un difensore, per Giannattasio alzando un muro invalicabile. Da qui in poi non c’è nulla che valga la pena di segnare sul taccuino se non l’espulsione di Kanouté e di Despucches ( in panchina perché secondo portiere dell’Aversa Normanna) che arrivano alle mani, un ammonizione di Alfageme diffidato e le proteste dei padroni di casa che invocano al terzo minuto di recupero un calcio di rigore, a nostro avviso netto su Alfageme. Finisce dunque zero a zero con il Benevento che aggancia momentaneamente la Salernitana al primo posto – entrambi a 61 punti – impegnata in serata al Via del Mare contro il Lecce. Ci sarà da attendere anche la mano del giudice sportivo che dovrebbe appiedare Kanouté e Alfageme che non prenderanno così parte alla sfida di domenica in terra calabra contro la Vigor Lamezia. Qualche battibecco nel finale in tribuna tra tifosi sanniti e aversani e poca soddisfazione per il risultato che non consola.
IL FILM DELLA GARA.
PRIMO TEMPO.
6’ – Il Benevento prova ad incidere. Som batte un fallo laterale indirizzando la sfera a Mazzeo, palla di ritorno per lo stesso Som che crossa di prima intenzione. Il traversone arriva ad Eusepi che controlla in mezzo a due ma poi lascia partire una conclusione centrale e debole che Lagomarsini controlla senza problemi.
16’ – Palo di Agyei. Il Benevento tenta di portarsi in vantaggio. Marotta è caparbio prima nel mantenere palla e poi nell’entrare in area di rigore avversaria. Il pallone in seguito dopo una carambola termina sui piedi di Campagnacci che apre a sinistra per l’accorrente Agyei che dopo un controllo poco felice riesce comunque a tirare ma la conclusione si stampa sul palo esterno della porta difesa da Lagomarsini.
26’ – Ci prova l’Aversa con Mosciaro che dalla distanza lascia partire un tiro che però vola alto sulla traversa.
32’ – Mazzeo recupera palla a centrocampo e riparte, serve Marotta sull’out di sinistra che s’invola in area tenta il colpo sotto ma Lagomarsini risponde presente e sfuma così la seconda palla goal nitida per i sanniti.
34’ – Angolo di Mazzeo dall’out di destra, Scognamiglio di testa reindirizza la palla al centro verso Marotta che controlla e tira ma Lagomarsini blocca sicuro a terra.
36’ – Azione fotocopia. Angolo battuto da Mazzeo, Scognamiglio di testa questa volta gira la palla verso la porta, il controllo di Lagomarsini è complicato poi la difesa aversana spazza via il pericolo.
45’ – Aversa pericolosa in avanti con Sassano che protegge palla in piena area di rigore e poi serve Catinali, ma è provvidenziale la chiusura in angolo di Mazzeo.
SECONDO TEMPO
47’ – Aversa pericolosa con Mangiacasale che da fuori lascia partire una rasoiata che si spegne sul fondo non lontano dalla porta difesa da Pane.
49’ – Benevento avanti con Eusepi che dal limite lascia partire una tiro che Lagomarsini con difficoltà respinge in angolo. Sul corner, battuto da D’Agostino, Scognamiglio sale e di testa indirizza la sfera verso la porta ma la palla s’infrange sulla traversa.
55’ – Aversa pericolosa in avanti con Sassano che entrato in area salta pane prova la conclusione ma la palla attraversa tutta l’area di rigore e si spegne sul fondo.
69’ – Aversa pericolosissima in avanti con De Luca che a tu per tu con Pane dopo essere sfuggito alla marcatura di Lucioni conclude sul portiere che blocca sicuro salvando così i suoi.
75’ – Palo dell’Aversa. Sassano sfugge alla marcatura di Pezzi e lascia partire un tiro che si stampa sul palo a Pane battuto.
IL TABELLINO
BENEVENTO CALCIO(4-3-3): Pane; Pezzi, Lucioni, Scognamiglio, Som; D’Agostino(72’st Alfageme), Agyei(45’pt Vitiello), Campagnacci; Mazzeo, Eusepi(73’st Kanouté), Marotta. A disp: Piscitelli, Celjak, Padella, Kanouté, D’Angelo. All. Brini.
AVERSA NORMANNA(4-3-3): Lagomarsini; Scognamillo, Amelio, Geroni, Esposito, Cossentino(25’pt Petricciuolo), Mangiacasale, Catinali, Mosciaro(63’st De Luca), Sassano, Giannattasio(87’st Castellano). A disp: Despucches, Giannusa, Violetti, Persone. All: Marra.
Arbitro: sig. Enzo Vesprini di Macerata.
Assistenti: sig. Michele Grossi di Frosinone e sig. Michele Lombardi di Brescia.
Note: Osservato un minuto di silenzio per ricordare l’arbitro di CanPro Luca Colosimo scomparso domenica scorsa in un tragico incidente. Spettatori: 3000 di cui 1.770 abbonati e 1.230 paganti.
Ammoniti: 50’st Lagomarsini(AN), 64’st Giannattasio(AN), 65’st Scognamiglio(B), 83’st De Luca(AN), 87’st Alfageme(B).
Espulsi: al 91’ del secondo tempo Kanouté(B) e Despucches(AN) per reciproche scorrettezze.
Angoli: 9 a 3 per il Benevento.
Fuorigioco: 5 a 1 per il Benevento.
Recupero: 4’pt, 3’st.

Michele Palmieri

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di > Calcio