Leonardo Ciccopiedi  03/04/2019   16:55 974

Sanità nel Sannio. Ciccopiedi (FI): "5 Stelle inadempienti"


"Dovrebbero cominciare a spiegare che il vero costo della politica è la loro ignavia e la loro incapacità di rispondere ai bisogni dei cittadini". 

“A denunciare lo stato di abbandono ed il progetto di De Luca contro il San Pio (già Rummo) e la sua appendice sant’agatese, l’Ospedale Sant’Alfonso Maria dei Liguori, la manifestazione di ieri organizzata dal Comitato “Curiamo la Vita” dove, un gruppo di donne, si è incatenato facendo lo sciopero della fame ad oltranza. Il motivo: lo smantellamento del reparto di Ortopedia con la disattivazione delle degenze che si aggiungono alla chiusura del reparto di Cardiologia. A questo si aggiunga lo stato indecoroso in cui versa l’ospedale civile di Benevento! Un ospedale smembrato, una sanità - quella sannita - allo sbando, un governo che non si prende le proprie responsabilità nella rimozione dei commissari".

Parole di Leonardo Ciccopiedi, responsabile organizzativo di Forza Italia Benevento, che è intervenuto sul tema della sanità nel Sannio ed in particolare sulla vicenda inerente al Sant'Alfoso Maria de' Liguori ed ha attaccato il Movimento 5 Stelle

"I deputati grillini - aggiunge - nonostante i proclami e la promessa di portare il Ministro o il sottosegretario a Sant’Agata de’ Goti (Maglione, Ianaro, Ricciardi e De Lucia), non hanno fatto nulla per salvare l’ospedale. Infatti, il Presidente De Luca procede indisturbato con lo smembramento della struttura saticula, chiudendo anche Ortopedia. Il punto focale è che il decreto fiscale, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 18 dicembre 2018, ha reintrodotto l’incompatibilità tra la carica di Presidente di Regione e Commissario per la Sanità. Il Consiglio dei Ministri avrebbe dovuto provvedere, entro novanta giorni (19 marzo), alla nomina di un commissario ad acta per ogni regione in cui si sia determinata l'incompatibilità del commissario. De Luca, pertanto, avrebbe già dovuto essere rimosso, scongiurando così ulteriori danni alla nostra salute. Una sorte simile dovrebbe toccare (tra gli altri) al commissario per l’Azienda Ospedaliera di Benevento che ad oggi è Renato Pizzuti, privo dei requisiti per svolgere il suo ruolo. Rispondano i deputati a Cinque Stelle: perché il ministro Grillo non ha proceduto, nei tre mesi di tempo datigli dalla normativa, a nominare il nuovo Commissario alla Sanità campana? Perché non si procede, come per legge, alla sostituzione di Pizzuti, che non ha i requisiti per ricoprire il ruolo che occupa? Rispondano a tutti i cittadini ed, in particolare, ai loro elettori, che hanno sottoscritto l’appello del meetup a 5 Stelle".

Ciccopiedi conclude. "Dovrebbero cominciare a spiegare che il vero costo della politica è la loro ignavia e la loro incapacità di rispondere ai bisogni dei cittadini. Questo vuol dire essere casta! Prendere un lauto stipendio senza produrre nulla! La casta sono i grillini!”. 

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di > Partiti e associazioni

il Quaderno l'informazione quotidiana online multimediale: articoli, interviste, video e fotogallery.

L'informazione locale sempre con te

Sostieni il giornalismo! DONA ORA