Napoli. Camorrista si fa raggiungere dalla moglie per far provviste per il rifugio: arrestato


I carabinieri della sezione catturandi di Napoli hanno localizzato e catturato Ciro Grassia, un 55enne di Ponticelli, ritenuto essere un esponente dei “Rinaldi”, il clan camorristico attivo sull’area orientale di Napoli, dove negli ultimi tempi sono stati perpetrati episodi di violenza riconducibili allo scontro con i rivali del clan “mazzarella” per acquisire il controllo degli affari illeciti.

Grassia era ricercato dal dicembre 2018 perchè deve espiare 5 anni di reclusione per estorsione aggravata dal metodo mafioso. I carabinieri lo hanno individuato seguendo gli spostamenti della moglie che, partita da napoli su una vettura presa a noleggio lo aveva raggiunto ad acerra. i due si sono incontrati nei pressi di un supermercato e vi sono entrati a fare provviste che verosimilmente il ricercato avrebbe portato nel rifugio.

I militari dal quel momento ne hanno monitorato a distanza i movimenti aspettando il momento utile a intervenire in sicurezza e non far correre rischi ai numerosi clienti che affollavano l’attività. Il momento propizio si è presentato poco dopo: la coppia è uscita dal supermercato ed è entrata in un vicino negozio di ottica a comprare occhiali da lettura. all’uscita, con nessuna persona estranea nelle vicinanze, ciro grassia e la moglie sono stati bloccati. mentre continuano le attività per ricostruire la rete di complicità che finora gli aveva permesso di stare alla macchia, l’arrestato è stato tradotto in carcere.

Video: Carabinieri / Napoli

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di > Napoli

il Quaderno l'informazione quotidiana online multimediale: articoli, interviste, video e fotogallery.

L'informazione locale sempre con te

Sostieni il giornalismo! DONA ORA