Giorgia Meloni e Viktor Orban (foto di Archivio) 16/09/2023   8:9 2622

Meloni al vertice demografico in Ungheria al fianco di Orban


Ungheria al Vertice Demografico: Giorgia Meloni e altri leader conservatori sostengono le scelte di Orban

Quali sono le politiche demografiche adottate dal Primo Ministro ungherese Viktor Orban e il motivo per cui queste politiche sono oggetto di contestazioni da parte della maggior parte dei paesi europei?

Viktor Orban, noto per le sue posizioni politiche conservatrici, ha implementato una serie di politiche demografiche in Ungheria con l'obiettivo dichiarato di affrontare la diminuzione della popolazione e sostenere la crescita demografica del paese. Queste politiche comprendono incentivi fiscali per le famiglie numerose, programmi di sostegno finanziario per le madri, e l'opposizione all'immigrazione.

Tuttavia, molte di queste politiche sono state oggetto di contestazioni da parte della maggior parte dei paesi europei per diverse ragioni. Prima di tutto, l'Unione Europea promuove una politica di accoglienza nei confronti dei rifugiati e degli immigrati, mentre Orban ha adottato una posizione decisamente ostile all'immigrazione, incluso un muro di confine e leggi restrittive sull'asilo. 

In secondo luogo, le politiche demografiche di Orban sono state criticate per la loro presunta discriminazione di genere, poiché alcuni dei benefici finanziari sembrano favorire le famiglie tradizionali e eterosessuali, escludendo i gruppi LGBTQ+.

Infine, c'è preoccupazione per la minaccia alla libertà di stampa e l'indebolimento delle istituzioni democratiche in Ungheria, che hanno portato a una crescente polarizzazione e ad un ambiente politico controverso.

Mentre i leader conservatori presenti al vertice demografico elogiano le politiche di Orban come un tentativo di preservare l'identità culturale e nazionale dell'Ungheria, molti altri paesi europei vedono queste politiche come una minaccia ai valori europei comuni di tolleranza, inclusione e democrazia. Questa divergenza di opinioni ha portato a tensioni all'interno dell'Unione Europea e a dibattiti sul futuro delle relazioni tra l'Ungheria e il resto del continente.

Ma proprio sul tema dell'immigrazione l'Italia è penalizzata dalle politiche ungheresi, mentre paradossalmente il governo Meloni e la Lega si sentono suoi fedeli alleati politici. Orban ha messo il veto alla ridistribuzione degli immigrati che giungono sulle nostre coste negli altri paesi europei e si rifiuta di accoglierli. E' quindi paradossale che il nostro governo mentre lancia appelli a non essere lasciati soli dagli altri paesi europei, vada a braccetto con chi si rifiuta di darci aiuto.

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di > Cronaca Nazionale