Guardia di Finanza 05/04/2019   10:14 1802

La Guardia di Finanza di Benevento partecipa all’Operazione "Offside Counterfeiting 2"


L’iniziativa riguarda la sensibilizzazione della collettività verso l’importanza della proprietà intellettuale, quale asset strategico per le imprese e strumento di tutela per il consumatore, sviluppata, congiuntamente all’azione di contrasto, su tutti i campi di calcio in concomitanza con le gare della 30^ giornata del campionato di calcio di serie A e della 31^ giornata del campionato di serie B.

La Guardia di Finanza di Benevento ha partecipato alla fase attuativa dell’Operazione « Offside Counterfeiting 2 », ideata dal Corpo nell’ambito della complessiva azione sinergica con il Ministero dello Sviluppo Economico e la Lega Calcio Serie A e B a prevenzione e contrasto della contraffazione, della pirateria e abusivismo commerciale in tutte le sue forme.

Come avvenuto nelle altre città d’Italia in occasione delle predette partite di campionato, è stata posta in essere dalla Guardia di Finanza di Benevento specifica attività di prevenzione e contrasto nei pressi dello stadio Ciro Vigorito, in occasione dell’incontro di calcio Benevento-Carpi, L’azione di servizio eseguita dai finanzieri del Gruppo di Benevento ha condotto al sequestro di gadget sportivi, costituiti da numerose magliette, cappelli, sciarpe e bandiere recanti il marchio contraffatto del « Benevento Calcio » ed alla denuncia di un responsabile alla locale A.G., per violazione delle norme penali poste a tutela dei marchi registrati.

Contraffazione e pirateria sono fenomeni variegati ed insidiosi che implicano la distribuzione di prodotti non sicuri e che riverberano i loro effetti distorsivi sul sistema economico e imprenditoriale da un lato e sul tessuto sociale dall’altro, incidendo profondamente su trasparenza e corretto funzionamento del mercato interno.

Costituiscono la punta di un iceberg che cela evasione fiscale e contributiva, sfruttamento di manodopera in nero e clandestina, inquinamento ambientale, minacce alla salute umana e riciclaggio.

In questo scenario, anche nel territorio sannita, le Fiamme Gialle rivolgono, con una strategia di agressione sistematica, l’attenzione ai traffici di merci su strada, vigilando, altresì, sui luoghi di smercio dei prodotti ed eseguendo incisive indagini mirate a ricostruire e disarticolare la filiera del falso, fino alla individuazione dei capitali e dei patrimoni illecitamente accumulati.

Una particolare attenzione, poi, viene riservata al web che, con le sue vetrine virtuali e la polverizzazione dell’offerta commerciale sui social network, alimenta le potenzialità di smercio di prodotti contraffatti, per cui richiede una costante azione di monitoraggio ai fini dell’individuazione e contrasto di illeciti della specie. Un ruolo centrale, in merito, lo occupa il Nucleo Speciale Beni e Servizi del Corpo, che, sfruttando potenzialità e funzionalità del S.I.A.C. – Sistema Informativo Anticontraffazione, esplica la propria atività a tutela delle regole dei mercati, con riferimento ai diritti di proprietà industriale, alla pirateria audiovisiva e informatica e ai reati contro l’economia pubblica, l’industria e il commercio.

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di > Cronaca

il Quaderno l'informazione quotidiana online multimediale: articoli, interviste, video e fotogallery.

L'informazione locale sempre con te

Sostieni il giornalismo! DONA ORA