Ferdinando Creta 29/10/2018   10:3 631

Gli auguri a Creta da parte del vicepresidente AiCC e dell'Assessore alla Cultura e Turismo di Cerreto Sannita


Da oggi, 29 ottobre, Ferdinando Creta, già segretario amministrativo della Reggia di Caserta, direttore del Museo Arcos di Benevento e coordinatore del Sistema Museale di Cerreto Sannita, sarà anche Direttore dell’Area Archeologica del Teatro Romano di Benevento e Direttore del Museo Archeologico del Sannio Caudino di Montesarchio.

Giovanna Rubano, Assessore Cultura e Turismo del Comune di Cerreto Sannita - "Mi complimento con sincera soddisfazione con il dott. Ferdinando Creta che da questa mattina ha assunto la Direzione dell’Area Archeologica del Teatro Romano di Benevento e Direttore del Museo Archeologico del Sannio Caudino di Montesarchio. Lo scorso anno, questa Amministrazione ha scelto il dott. Creta, già direttore del Museo Arcos di Benevento, per coordinare la rete Museale di Cerreto Sannita.

Quindi è con orgoglio e partecipazione sincera che, a nome mio personale e dell’intera Amministrazione Comunale, gli porgo le congratulazioni e gli auguri di buon lavoro per questi nuovi, importanti incarichi che, sono certa, verranno svolti con la professionalità, la competenza e la generosità che lo contraddistinguono. Colgo l’occasione per ringraziare il dott. Creta per l’impegno che profonde nel coordinare il nostro Sistema Museale e per il prezioso contributo che offre alla valorizzazione ed alla promozione del patrimonio storico- artistico della nostra Città.

Desidero porgere all’amico dott. Ferdinando Creta le mie affettuose e sincere congratulazioni per i nuovi, prestigiosi incarichi che il direttore del Polo Museale Campania, dott.ssa Anna Imponente, gli ha conferito".

Lucio Rubano vicepresidente AiCC - Conosco Ferdinando da tanti anni. Non ho mai dimenticato la sua telefonata, nel 1998, con la quale, nella sua veste di Assessore alla Cultura alla Provincia di Benevento, mi comunicò ( io Assessore alla Cultura al Comune di Cerreto) che su sua proposta era stato deliberato dalla Giunta Provinciale un contributo per la prima edizione della Biennale d’Arte Ceramica. Eppure eravamo su posizioni politiche diverse. Ma questo non ci ha mai impedito, quando necessario, di lavorare insieme nell’interesse del territorio.

Nell’ultimo periodo abbiamo avviato, insieme alle altre Città della Ceramica campane, un percorso di promozione e valorizzazione della ceramica artistica tradizionale condiviso con la Reggia di Caserta e con il direttore Mauro Felicori. Ferdinando è stato insostituibile consigliere e collaboratore, oltre che sapiente Direttore Artistico di “Buongiorno Ceramica!”, manifestazione che si è svolta alla Reggia lo scorso giugno.
L’ultimo impegno che ci ha visti insieme è stato il Convegno “Ceramica: dalla espressione tradizionale alla modernità” che si è svolto a Cuenca, presso l’Università della Castiglia-La Mancha, il 27 e il 28 settembre scorsi, dove io sono intervenuto come vice presidente dell’AiCC e Ferdinando è stato uno dei relatori.

Poiché in questi anni ho avuto la possibilità di apprezzare l’alto profilo professionale di Ferdinando, la sua passione per il lavoro, il suo entusiasmo e la sua generosità, l’affidamento alle sue cure di queste importantissime aree archeologiche del Sannio non mi sorprende, perché sono il riconoscimento degli ottimi risultati raggiunti sia a livello Ministeriale, sia come Segretario Amministrativo della Reggia di Caserta, sia come direttore del Museo Arcos di Benevento . Sono certo, quindi, che saprà svolgere egregiamente il lavoro che gli è stato affidato.
Congratulazioni ancora, Ferdinando, e buon lavoro".

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di > Attualità

il Quaderno l'informazione quotidiana online multimediale: articoli, interviste, video e fotogallery.

L'informazione locale sempre con te

Sostieni il giornalismo! DONA ORA