Piattaforma offshore - estrazione idrocarburi e gas naturale 25/08/2022   12:10 2260

Energia. L'Eni potrà sfruttare il giacimento di gas naturale scoperto a Cipro


Recentemente scoperto, a Cipro, da parte dell'Eni e di TotalEnergies, un giacimeto di gas naturale. Il ministro cipriota dell'Energia, Natasa Pilidou dichiara: "Il deposito scoperto è sfruttabile".

Il gruppo Eni, insieme ai colleghi francesi di TotalEnergies, hanno individuato riserve di gas per oltre 70 miliardi di metri cubi all'interno della loro concessione a Cipro. Restano diversi nodi da affrontare, come la questione relativa a Ciprio e alla parte Nord-Est sotto controllo turco.

Ma l'importante, come ha chiarito il ministro cipriota dell'Energia, che il giacimento sia immediatamente sfruttabile, cosa che aiuta il nostro paese e gli altri partner europei, ad affrancarci meglio e prima dalle dipendenze delle forniture russe.

Eni: importante scoperta di gas al largo di Cipro

L'Eni annuncia una importante scoperta di gas con il pozzo Cronos-1, nel Blocco 6, a circa 160 chilometri al largo di Cipro, in una profondità d’acqua di 2.287 metri. Il blocco è operato da Eni Cyprus con una quota del 50%. TotalEnergies è partner con il restante 50%.

Le stime preliminari indicano circa 2,5 TCF (trilioni di piedi cubi) di gas in posto, con un significativo potenziale aggiuntivo che verrà valutato con un ulteriore pozzo esplorativo. Il pozzo ha incontrato un’importante colonna di gas in una sequenza di roccia serbatoio carbonatica con proprietà da discrete ad eccellenti.

L'intensa campagna di acquisizione dati ha evidenziato un net pay complessivo di oltre 260 metri con intervalli caratterizzati da ottima permeabilità. Sono già in corso studi di ingegneria per uno sviluppo accelerato della scoperta. Il pozzo Cronos-1 è il quarto pozzo esplorativo perforato da Eni Cyprus e il secondo nel Blocco 6, dopo la scoperta a gas di Calypso-1 nel 2018.

La scoperta di Cronos-1 crea le condizioni per portare a sviluppo ulteriori potenziali volumi di gas nella regione e rappresenta una delle azioni conseguite da Eni a supporto della fornitura di ulteriore gas all'Europa. "Questa scoperta - dichiara la società energetica italiana - conferma l'efficacia della strategia esplorativa di Eni, volta a creare valore attraverso la profonda conoscenza dei bacini geologici e l'applicazione di tecnologie geofisiche proprietarie".

Eni è presente a Cipro dal 2013. La società opera i blocchi 2, 3, 6, 8 e 9, e detiene partecipazioni nei blocchi 7 e 11 operati da TotalEnergies.

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di > Industria