16/05/2019   15:11 1800

Dal 21 al 25 maggio Benevento e Pietraroja sede del Paleodays 2019


La diciannovesima edizione delle Giornate di Paleontologia, il congresso annuale della Società Paleontologica Italiana richiamerà studiosi e professionisti del settore da tutto il mondo

L’evento si svolge in collaborazione con l’Ente Geopaleontologico di Pietraroja e l’ausilio della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per le province di Caserta e Benevento, il Museo di Storia Naturale di Milano, i Dipartimenti di Scienze dell’Università del Sannio, dell’Università di Firenze e dell’Università di Napoli “Federico II”.

Martedì 21 maggio, alle ore 11, all'Università degli Studi del Sannio, presso la Sala Rossa di Palazzo San Domenico, si terrà la cerimonia inaugurale dell’evento e la conferenza stampa di presentazione del programma e delle attività.

Nello stesso giorno, dalle ore 9, il Dipartimento di Scienze e Tecnologie dell'ateneo sannita accoglierà 90 studenti delle scuole superiori per un incontro con i protagonisti della ricerca geo-paleontologica. Sempre al Dipartimento DST, alle ore 14.30, appuntamento pre-convegno con Palaeontologists in Progress (PaiP) dedicato ai giovani non strutturati della SPI.

Due le giornate del Congresso riservate alle presentazioni orali e ai poster, il 22 e il 24 maggio, intervallate da una giornata di escursione il 23 maggio presso il sito di Pietraroja (e all’adiacente Paleolab) oltre che ad alcuni siti geo-paleontologici situati nell’area di Pietraroja.

Il giorno sabato 25 maggio 2019 è prevista una tavola rotonda su "Legislazione, tutela e gestione dei beni paleontologici", ideale proseguimento della tavola rotonda organizzata lo scorso anno presso il MUSE di Trento.

“Lo svolgimento nel Sannio di un evento scientifico e divulgativo così prestigioso – ha dichiarato Gennaro Santamaria, presidente dell'Ente Geopaleontologico di Pietraroja – rappresenta la naturale prosecuzione delle attività che l’Ente sta promuovendo per diventare punto di riferimento nel campo della paleontologia e geologia del nostro Paese. Già a febbraio scorso la visita del ministro dell’Ambiente Sergio Costa segnò l’inizio di una nuova stagione nella tutela dei beni e delle ricchezze dei nostri territori”.

“Per le nostre attività di ricerca – ha affermato Ornella Amore, docente Unisannio, nel comitato organizzatore - potersi confrontare annualmente con colleghi che studiano cose simili è importante, amplia gli orizzonti, crea occasioni di collaborazione. Ci auguriamo che queste giornate possano essere anche un modo per diffondere la consapevolezza del patrimonio paleontologico sannita tra i cittadini comuni perché questi possano diventare i primi custodi di tale ricchezza”.

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di > Beni Culturali

il Quaderno l'informazione quotidiana online multimediale: articoli, interviste, video e fotogallery.

L'informazione locale sempre con te

Sostieni il giornalismo! DONA ORA