Conto corrente aziendale 06/09/2021   16:0 2152

Conto corrente aziendale: cos’è e perché è utile attivarlo


Ci sono alcuni strumenti che sono indispensabili per portare avanti qualsiasi progetto di business e che risultano comunque utili e necessari anche per i privati cittadini.

Tra questi c’è senza dubbio il conto corrente bancario, supporto imprescindibile per la gestione delle finanze sia personali che connesse al lavoro. Nel momento stesso in cui si prende la decisione di avviare un business è importante provvedere alla separazione delle spese personali dai flussi di cassa connessi al progetto, e questo al netto dell’obbligatorietà o meno dell’apertura di un conto aziendale.

Diversamente poi da quanto accade con il conto corrente per un privato, i conti business - specie se online - sono in grado di offrire tutta una serie di strumenti, servizi e funzionalità che sono pensati appositamente per agevolare il lavoro di professionisti e imprese. Ottimizzare i tempi tecnici, svincolando risorse da impiegare nello sviluppo del business, è infatti l’abc di ogni progetto di successo.

Con il conto business con IBAN italiano di Qonto, ad esempio, si possono gestire i pagamenti aziendali in modo veloce e facilitato, eliminare le note spese cartacee e ottimizzare la gestione contabile. Per quanto riguarda le modalità relative a un conto corrente con o senza IBAN italiano, queste cambiano in base alla banca o all’istituto di pagamento che viene selezionato.

Le differenze tra conto corrente tradizionale e conto aziendale online

Per aprire un conto corrente con una banca tradizionale bisogna andare in una filiale fisica e richiedere il supporto tecnico da parte di un consulente bancario. Nel caso in cui invece si voglia optare per un conto aziendale online con IBAN italiano, le procedure di attivazione sono più veloci e semplici, oltre che completamente digitalizzate.

Nessun bisogno dunque di recarsi in banca, facendo le tipiche lunghe file che caratterizzano le filiali. Con Qonto bastano pochissimi clic per aprire il nuovo conto, sia in aggiunta che in sostituzione di un conto di tipo tradizionale. Nel mondo dei conti aziendali le imprese e i professionisti possono contare su un’offerta molto ampia e variegata per la relativa attivazione. Ovviamente la prima cosa da fare per trovare la migliore soluzione operativa è avere ben chiari gli obiettivi del proprio business. Ma quali sono le differenze tra conti online e conti correnti tradizionali? Vediamolo insieme.

I conti correnti tradizionali vengono offerti da banche che possiedono una rete molto fitta di filiali fisiche, il che comporta un aggravio di spese e costi che si ripercuotono inevitabilmente sul cliente. Mentre invece i conti correnti 100% online sono quelli offerti da istituti di pagamento o banche digitali. Questi ultimi offrono dei vantaggi importanti sia sotto il profilo della trasparenza di prodotti e tariffe che in merito a flessibilità, economicità ed efficacia delle app. L’innovazione viene infatti messa sempre più al centro dello sviluppo per quanto riguarda le funzionalità offerte al cliente. 

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di > Finanza e Credito