Intelligenza Artificiale (Ai) 11/12/2023   15:21 2213

Intelligenza artificiale: l'Ue approva la prima normativa al mondo


L'Unione europea ha approvato una disciplina ad hoc sull'intelligenza artificiale, la prima regolamentazione di questo tipo a livello mondiale. La normativa, denominata AI Act, ha l'obiettivo di garantire che lo sviluppo e l'utilizzo dell'intelligenza artificiale avvengano nel rispetto dei diritti fondamentali, della democrazia e della sostenibilità.

Cosa si intende per intelligenza artificiale?

L'intelligenza artificiale (AI) è un ramo dell'informatica che si occupa di creare sistemi in grado di ragionare e imparare come gli esseri umani. L'AI è un campo di ricerca multidisciplinare che coinvolge esperti di informatica, matematica, fisica, ingegneria e psicologia.

Da quanto tempo si studia sull'intelligenza artificiale?

I primi studi sull'intelligenza artificiale risalgono agli anni '50 del secolo scorso. Da allora, il campo ha fatto progressi significativi, dando vita a una serie di applicazioni che hanno rivoluzionato il nostro modo di vivere e lavorare.

Quali sono i traguardi raggiunti?

Tra i traguardi più significativi raggiunti dall'intelligenza artificiale vi sono:

  • lo sviluppo di sistemi di riconoscimento vocale e facciale
  • lo sviluppo di sistemi di automazione, come i robot industriali
  • lo sviluppo di sistemi di apprendimento automatico, che consentono ai computer di imparare da dati reali
  • Cosa si può fare oggi con l'intelligenza artificiale?

L'intelligenza artificiale viene utilizzata oggi in una vasta gamma di settori, tra cui: la produzione industriale, la logistica, la salute, la finanza e la ricerca.

Quali sono i dubbi e le paure nel suo utilizzo?

L'intelligenza artificiale suscita anche alcuni dubbi e paure, tra cui:

il rischio di discriminazione, in quanto i sistemi AI potrebbero essere soggetti a pregiudizi umani; il rischio di perdita di posti di lavoro, in quanto i sistemi AI potrebbero automatizzare alcune attività svolte oggi dagli esseri umani; il rischio di un uso improprio dell'intelligenza artificiale, ad esempio per scopi militari o di sorveglianza; La normativa approvata dall'Ue mira a mitigare questi rischi, garantendo che l'intelligenza artificiale venga utilizzata in modo responsabile e sicuro.

La normativa prevede, tra l'altro, che i sistemi AI che presentano un rischio elevato per i diritti fondamentali, come la discriminazione o la perdita di posti di lavoro, siano sottoposti a una valutazione di impatto prima del loro utilizzo. Inoltre, la normativa prevede sanzioni per le aziende che non rispettano le norme.

L'approvazione della normativa sull'intelligenza artificiale da parte dell'Ue è un passo importante per garantire che questo potente strumento venga utilizzato in modo responsabile e sostenibile.

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di > Attualità