Cgil  06/12/2018   17:12 436

Spazi Sociali, la Cgil prende posizione e difende Depistaggio e Janara Squat


“Riteniamo che il ruolo sociale del Depistaggio e di Janara squat debba poter continuare".

“Apprendiamo dalla stampa e dai social che la Prefettura di Benevento - a seguito delle direttive del Ministero dell'interno - starebbe per procedere allo sgombero di due strutture della città, di proprietà del Comune di Benevento, occupate da collettivi di giovani: l'ormai storico CSA Depistaggio e la Janara squat”.

Così la Cgil Benevento che prende posizione in merito ai paventati sgomberi di alcuni spazi sociali della città: il CSA Depistaggio e lo Janara Squat.

“Questa politica del ministro della Repubblica italiana, Matteo Salvini – aggiunge la Cgil – sta producendo danni in tutta Italia. La battaglia intrapresa dal capo della Lega, consentitagli dall’acquiescenza degli alleati di governo, non risolve il problema della sicurezza, né quello della vivibilità delle città, anzi li aggrava. Si veda il trattamento che si sta riservando ai migranti o a persone senza fissa dimora cacciati dalle case in cui vivono, senza offrire alcuna altra possibilità. Nel caso di Benevento, se possibile, la questione è ancora più grave, in quanto si tratta di stabili di proprietà pubblica, quindi, non reclamati da privati. È grave, soprattutto, perchè in questi spazi si svolgono attività che coinvolgono giovani e non giovani che hanno quasi inesistenti alternative”.

La CGIL di Benevento poi sottolinea: “riteniamo che questo ruolo sociale del Depistaggio e di Janara squat debba poter continuare. Facciamo, quindi, appello al Comune di Benevento - che secondo quanto stabilito dal Ministero dell'interno deve individuare gli interventi più urgenti - di regolarizzare la situazione, concedendo ufficialmente l'uso dei locali - tra l'altro strappati da incuria e degrado -, superando così precedenti tentazioni contrarie che in un recente passato sono emerse”.

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di»Sindacati