Controlli Polfer BN 08/09/2018   11:24 935

Polizia Ferroviaria: il bilancio dei controlli preventivi nel periodo estivo


E' tempo bilanci, con il volgere a termine della stagione estiva, per i servizi di prevenzione predisposti dal Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania.

I controlli estivi della Polfer, disposti a tutela della sicurezza dei viaggiatori e del trasporto ferroviario sono stati particolarmente incentrati nello scalo di Napoli Centrale, nodo fondamentale del traffico locale e nazionale ed importante centro commerciale cittadino, e nelle principali stazioni campane, delle città e cittadine a vocazione turistica.

In questo ambito, attraverso il restringimento delle vie di accesso alle stazioni, realizzato mediante nastri tendiflex e con il posizionamento dei desk brandizzati con il logo della Polfer, è stata adottata una nuova strategia di controllo, che consente l’ingresso in stazione dei viaggiatori e dei visitatori degli esercizi commerciali, esclusivamente in corrispondenza di varchi presidiati dalla Polizia Ferroviaria. 

Questo dispositivo, predisposto quotidianamente nello scalo partenopeo, ed esteso, con le operazioni modello “Flash Mob”, alle altre stazioni ferroviarie campane, si è rivelato un efficace strumento di prevenzione nei confronti delle attività illecite e dei reati predatori che nei giorni dell’esodo estivo, in ragione del maggiore affollamento delle stazioni e dei treni, abitualmente tenderebbero ad aumentare.

Grazie all’attuazione di questi dispositivi, infatti, i poliziotti possono facilmente individuare eventuali persone sospette e sottoporle alle necessarie verifiche in banca dati, grazie ai palmari in dotazione, ed al controllo del bagaglio, mediante metal detector e perquisizione. L’assiduità dei controlli funge da deterrente nei confronti di ladri, borseggiatori, truffatori e venditori abusivi che vengono dissuasi dall’entrare nelle stazioni per commettere attività illecite, per non correre il rischio di essere individuati ed identificati.

Nei tre mesi estivi, particolarmente intensa è stata quindi l’attività di prevenzione: sono stati predisposti pattuglioni rinforzati con cadenza quotidiana, con un incremento del 200%, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Dal 1 giugno al 31 agosto, sono state 50135 persone le persone identificate da tali dispositivi di controllo, eseguiti anche con l’ausilio di unità cinofile antidroga, antiesplosivo, delle UOPI, dei Militari dell’Operazione Strade Sicure, di personale del Reparto Prevenzione Crimine Campania, della Polizia Locale e di Protezione Aziendale.

Sono stati intensificati anche i servizi di specialità a bordo dei treni regionali ed a lunga percorrenza, con la puntuale pianificazione di servizi di scorta a bordo dei convogli ritenuti critici, a tutela dell’utenza e del personale ferroviario. 1786 sono stati i convogli scortati e 5848 i viaggiatori identificati a bordo treno.

Anche sul piano repressivo i risultati conseguiti in termini di diminuzione dei reati e di incremento del numero di arrestati e denunciati, rappresentano una tangibile testimonianza dell’impegno e della professionalità profusi dagli operatori di questa Specialità della Polizia di Stato in Campania.

206 sono state le persone tra arrestate e denunciate a piede libero all’Autorità Giudiziaria, per aver commesso furti, rapine, spaccio di sostanza stupefacente, minaccia, resistenza e lesioni, ricettazione, introduzione e commercio di prodotti contraffatti o perché inottemperanti a misure di prevenzione.

32 stranieri irregolari sul territorio nazionale intercettati in stazione.  Ingenti i sequestri di ‎borse, cinture, marsupi, occhiali, scarpe e capi d’abbigliamento riportanti marchi contraffatti di famose case produttrici ‎quali Louis Vuitton, Gucci, Prada, Hogan, Chanel, Liu Jo, Burberry, Adidas, Michael Kors.

L’attenzione degli investigatori si è concentrata anche sul fenomeno delle truffe con global pass presso le biglietterie automatiche; in questo ambito numerosi sono stati gli arrestati ed i denunciati; si tratta di malfattori che sono soliti avvicinare i viaggiatori proponendo loro l’acquisto di biglietti a prezzi scontati; ma dietro a questa offerta a basso costo si cela un titolo di viaggio, apparentemente valido in quanto riportante i dati del viaggio, ma di fatto inutilizzabile a bordo treno.

Degna di rilievo è stata l’attività condotta dalla Squadra Giudiziaria nel contrasto del fenomeno dei furti di rame - con 3 operazioni di servizi straordinari Oro Rosso - 56 rottamai controllati e 300 kg di rame recuperato; dei delitti contro il patrimonio ai danni dei viaggiatori e dei reati in materia di sostanze stupefacenti, con 43 gr. di cannabinoidi, 8.52 gr. di eroina e 0,67 gr. di cocaina sequestrati.

Particolarmente incisiva l’azione rivolta a debellare i fenomeni legati a varie forme di abusivismo, quali portabagagli e venditori ambulanti abusivi, tassisti privi della prescritta autorizzazione, questuanti, ecc.. 7 tassisti abusivi sono stati sanzionati ai sensi del Codice della Strada con sequestro amministrativo del veicolo utilizzato per l’attività illecita, ai fini della successiva confisca; per alcuni di loro è stato formalizzato l’ordine di allontanamento dalla Stazione di Napoli Centrale e relative pertinenze; 214 sono stati i sequestri amministrativi nei confronti di venditori abusivi.

Ecco, in numeri, i servizi predisposti ed i risultati conseguiti dal 1 giugno al 31 agosto 2018; le variazioni percentuali, rispetto allo stesso periodo del 2017, testimoniano l’intensificazione delle misure di prevenzione e di vigilanza attuate negli scali ferroviari e a bordo dei treni, per la tutela dei viaggiatori e della sicurezza del trasporto ferroviario:

Il dispositivo di sicurezza

  • 3229 pattuglie per i servizi di vigilanza scali ferroviari
  • 1786 treni scortati
  • 201 servizi di pattugliamento lungo la linea ferroviaria
  • 291 servizi antiborseggio
  • 66 pattuglioni straordinari (+200% )

Risultati conseguiti

  • 50135 persone identificate (+13%)
  • 206 persone tra arrestati e denunciati (+30%)
  • 367 veicoli controllati (+52%)
  • 413 contravvenzioni (+10%)
  • 6 provvedimenti di P.S. irrogati
  • 13 ordini di allontanamento dalla Stazione di Napoli Centrale  e relative pertinenze (DACUR) richiesti
  • 11 minori scomparsi rintracciati

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di»Cronaca