Neapolis Innovation Campus 13/09/2018   9:54 7431

Neapolis Innovation Campus: successo Unisannio con il progetto "Baby On Board"


Menzione speciale per il progetto “Baby On Board” del team composto da due studenti Unisannio.

Anche quest’anno gli studenti Unisannio si distinguono al Neapolis Innovation Summer Campus. Per loro “menzione speciale” grazie a un progetto su un dispositivo intelligente “salva bimbi” da applicare al seggiolino dell’auto.
Dal 30 agosto al 9 settembre scorso, presso il Centro di Progettazione STMicroelectronics di Arzano, si è svolta la competizione su progetti innovativi che ha visto protagonisti circa 90 studenti provenienti dai 5 atenei campani e dall'Università degli Studi di Cassino. STMicroelectronics è un'azienda leader nella produzione di componenti elettronici a semiconduttore ed è, da sempre, molto presente sul territorio con eventi formativi e di divulgazione rivolti alle aziende del posto e soprattutto alle università.

Dopo tre giorni di hands-on e training sui microcontrollori a 32-bit STM32, i partecipanti sono stati suddivisi in team e hanno cominciato a lavorare a dei progetti da loro ideati, poi presentati nei giorni 8-9 settembre in forma prototipale nell’ambito dell’evento HackFest, durante il quale sono stati assegnati tre premi sulla base dell’innovatività dei progetti proposti.

Anche quest’anno Unisannio è stata presente all’evento, con studenti dei corsi di laurea triennale e magistrale in Ingegneria Elettronica per l’Automazione e le Telecomunicazioni e una laureata in Ingegneria Elettronica con mansioni di tutor. Tutti i team, formati da ragazzi provenienti da atenei diversi, hanno lavorato con passione ed entusiasmo a progetti interessanti, innovativi e simpatici, dimostrando che l’integrazione di menti e conoscenze diverse è sempre vincente.

In particolare il gruppo SecuryTeam, composto da Maria Pia Del Rosso e Francesco Mauro dell’Università degli Studi del Sannio, Domenico Rega e Elisa Bellacosa dell’Università degli Studi di Salerno, ha ricevuto uno dei tre premi assegnati ai progetti di gruppo: la “menzione speciale NeaPolis Innovation HackFest 2018”, per il progetto "Baby On Board", come miglior prodotto commerciabile. Il seggiolino intelligente progettato dai giovani inventori è dotato di un dispositivo applicabile a qualunque seggiolino in grado di ricordare ad un guidatore distratto la presenza del piccolo lasciato a bordo inavvertitamente.

La menzione è stata assegnata dal Comitato di Valutazione costituito dall’amministratore delegato di STMicroelectronics Italia Carmelo Papa, arrivato da Milano per l’occasione, dall’assessore alle Startup, Innovazione e Internazionalizzazione della Regione Campania Valeria Fascione, dal professor Luigi Coppolino dell'Università di Napoli Parthenope, e dagli ingegneri Giovanni Di Sirio, esperto di sicurezza embedded e creatore del sistema operativo open source real time ChibiOS/RT e Mauro D'Angelo, fondatore dell’associazione Perlatecnica in Campania.

Soddisfatti i docenti di Ingegneria Elettronica per l’Automazione e le Telecomunicazioni, in particolare la prof.ssa Carmela Galdi, rappresentante dell’ateneo sannita in seno al Comitato Tecnico Scientifico del NeaPolis Innovation, e la prof.ssa Silvia Ullo, entusiasta sostenitrice della manifestazione, non solo per il team premiato ma per l’interesse e la preparazione dimostrata da tutti i partecipanti Unisannio: Maria Pia Del Rosso, Antonio Di Vito, Francesco Mauro, Federica Piccirillo, Alessandro Sebastianelli e la tutor Maria Maddalena Pizzulo.


 

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di»Universit√†, Ricerca