Napoli. Gasolio di contrabbando fornito a domicilio: evase imposte per oltre mezzo milione di euro


Sequestrato, nel comune di Carinola (Caserta), oltre 800 litri di gasolio di contrabbando pronto per essere immesso in commercio in totale evasione d’imposta.

I militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Napoli, nell’ambito di un servizio di polizia nella zona nord di Napoli, hanno notato un furgoncino tipo scuolabus che risultava visibilmente in sovraccarico e con il motore stranamente sotto sforzo, sebbene a bordo fosse presente il solo autista. La pattuglia pertanto, ha seguito il mezzo nel suo itinerario fino a quando lo stesso si è fermato nei pressi di un cortile nella frazione Nocelleto di Carinola dove era stata improvvisata una vera e propria “stazione di rifornimento” di carburante di contrabbando per autotrazione, ovviamente abusiva, con tanto di pistola erogatrice e “conta litri” professionale.

I finanzieri hanno trovato all’interno del furgoncino, abilmente ricavata tra due file di sedili posteriori, una capiente cisterna metallica di circa 1.000 litri, strapiena di gasolio sprovvisto di documentazione.  L’autista del furgoncino e un acquirente sono stati denunciati a piede libero alla competente Autorità Giudiziaria, per le violazioni di carattere penale in materia di contrabbando.

Dall'esame del contatore annesso al distributore, è emerso che lo stesso ha erogato migliaia di litri di gasolio di contrabbando, per un’evasione di imposte pari ad oltre mezzo milione di euro.
 

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di»Napoli