Marianna Farese 03/10/2018   17:7 1004

M5S a Mastella: "Stanchi delle offese gratuite del Sindaco"


“Programmazione: è quanto chiede il M5S a Mastella”.

”Siamo tutti stanchi delle reiterate offese gratuite rivolte dal sindaco Mastella nei confronti di rappresentanti istituzionali”.

Così, Marianna Farese e Anna Maria Mollica consigliere comunali del Movimento 5 Stelle che attaccano il sindaco Mastella.

“Il MoVimento 5 Stelle - aggiungono - è al governo del Paese, ma al governo della città c’è l’amministrazione Mastella, incapace di partecipare ai bandi per reperire le risorse necessarie; e quando vi partecipa rimedia una magra figura come i 25 miseri punti su 100 del Piano Periferie. Ad ogni settembre il Sindaco si ricorda delle scuole e minaccia di chiuderle, al solo scopo, forse, di rimediare un passaggio sulla tv nazionale, per poi riaprirle tutte e dimenticarsene fino allo show del settembre successivo. Quello che chiediamo a gran voce è programmazione”.

“L’urgente attivazione di un ‘Piano B’, richiesta dal MoVimento 5 Stelle - scrivono - già nello scorso maggio e ribadita nei giorni scorsi al Prefetto, risponde all’esigenza di essere pronti, qualora l’esito delle analisi svolte dall’Università risultasse preoccupante. Cose che lo stesso Sindaco ha più volte detto alla stampa di voler fare, prevedendo anche turnazioni e uso di altre sedi idonee, comprese quelle dichiarate ufficialmente tali dal Presidente della Provincia.
Bene! Noi chiediamo di mettere nero su bianco queste ipotesi, impegno dal quale il Sindaco con le sue esternazione pare voglia sottrarsi. Ma il Sindaco, che sembra abitato da troppi pensieri che non condivide, si è rivelato in più occasioni contraddittorio ed orientato ad abdicare dalle scelte, pilatescamente scaricando responsabilità su altri soggetti istituzionali.
Ancora non è chiaro a Mastella che è lui a dover dare risposte alla città, non il M5S. Noi siamo responsabilmente disponibili a suggerire soluzioni, ma fino ad ora le nostre proposte sono state sempre cestinate”.

“Il MoVimento 5 Stelle - si legge nella nota - si occupa sicuramente di cose serie, al contrario di quanto incredibilmente dichiara qualche consigliera di maggioranza, mentre questa Amministrazione non si preoccupa di convocare il richiesto consiglio aperto sull’emergenza scuole, ma riunisce un consiglio per fare variazioni di bilancio a copertura delle perdite di Città Spettacolo, dopo aver ottenuto il 28 aprile scorso una ‘anticipazione straordinaria a valere sul fondo di dotazione della Fondazione Città Spettacolo, con impegno di reintegro…’ per evitare contenziosi relativi ai solleciti di pagamento pervenuti e relativi alle manifestazioni Streghe in Luce 2016 e InCanto di Natale 2017”.

E concludono: “Alla luce di quanto detto, risulta davvero fuori luogo l’insulto del Sindaco, che chiede ai 5 Stelle di ‘cambiare mestiere’, confondendo, tra l’altro, la sua idea di politica con la nostra, non interessata ad occupare poltrone all’infinito”.

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di»Comune di Benevento