Tendostruttura S.Agata 02/01/2019   18:49 1990

Donna ferita a Capodanno: nelle immagini delle telecamere la possibile risposta?


Dopo l'appello del sindaco Valentino alla collaborazione con gli inquirenti, arrivano gli auguri di pronta guarigione e la condanna dell'on. Ianaro. 

Sono ore di apprensione a Sant’Agata de’ Goti dopo l’incidente avvenuto la notte di San Silvestro quando a seguito dell’esplosione di un botto di capodanno, un razzo, una scheggia aveva poi colpito al torace una 36enne del posto ora ricoverata al Rummo dopo l’intervento chirurgico di ieri con le sue condizioni che sarebbero stabili. (LEGGI QUI)

Il tutto si era verificato in piazza Trieste poco dopo l’1e30 dove all’interno di una tendostruttura - montata per l'occasione - si stava festeggiando l’arrivo de nuovo anno. Su quanto accaduto sono scattate immediatamente le indagini dei Carabinieri della Compagnia di Montesarchio che hanno poi posto sotto sequestro anche la struttura coperta. Occhi puntati, fin da subito, sulle telecamere presenti in zona che avrebbero potuto filmare quanto accaduto così da ricostruire tutta la spiacevole vicenda. Proprio dalle immagini qualcosa sarebbe emerso e, ora, tutto sarebbe al vaglio degli investigatori. In mattinata, inoltre, a Sant'Agata c'è stato anche il sopralluogo degli artificieri che avrebbero effetuato tutti i rilievi del caso. 

Intanto, sulla vicenda è intervenuta anche Angela Ianaro parlamentare sannita, vice capogruppo alla Camera per il Movimento 5 Stelle nella Commissione Politiche dell'Ue. “Mi stringo al dolore dei familiari – scrive – che, staranno vivendo ore drammatiche e di Antonella, la giovane rimasta ferita, la notte di Capodanno, a Sant’Agata dei Goti. Passare in un attimo, dalla gioia per l’arrivo del nuovo anno al rischio di perdere la vita, è terribile. La comunità dei santagatesi è formata da persone perbene, lavoratrici e serie, il gesto folle, isolato ed irresponsabile di qualcuno, va condannato con fermezza. Alla diretta interessata va il mio augurio sincero di potersi rimettere al più presto e tornare alla sua vita di sempre, pienamente in salute. Mentre sul fronte delle indagini spero che, attraverso videocamere e testimoni presenti, si possa arrivare presto ad identificare l’autore dello scoppio del grosso petardo, leggo, trattasi forse, di un ‘razzo’. I festeggiamenti vanno bene, fin quando non si compromette l’incolumità delle persone, altrimenti, sono azioni incoscienti”.

Già ieri (LEGGI QUI) sulla quando accaduto era intervenuto il sindaco Carmine Valentino che aveva condannato il gesto, parlato di “rabbia” e lanciato un appello: “chiunque abbia visto qualcosa, al fine di offrire massima collaborazione alle autorità e fornire ogni elemento utile che possa far scoprire la verità su questo inqualificabile atto”.

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di»Cronaca