Medico  26/10/2018   15:30 895

Domeniche della Salute: si parte dalla prevenzione delle malattie cardiovascolari


Un camper medico attrezzato, messo a disposizione dalla Croce Rossa Italiana, sosterà - dalle ore 9,30 alle 13,00 lungo Corso Garibaldi (all’altezza della Prefettura).

Domenica 28 ottobre 2018 per “Le Domeniche della Salute”, organizzate dal Rotary Club di Benevento, presieduto quest’anno dal dott. Luigi Maria Pilla, ci sarà il cardiologo Giuseppe Palmieri, che lavora presso l’UOC cardiologia / UTIC P.O. dell’Ospedale Cardarelli di Campobasso, che effettuerà visite per la prevenzione delle malattie cardiovascolari attraverso la valutazione del rischio globale.  Un camper medico attrezzato, messo a disposizione dalla Croce Rossa Italiana, sosterà - dalle ore 9,30 alle 13,00 lungo Corso Garibaldi (all’altezza della Prefettura).

Secondo gli studi epidemiologici dell’OMS la cardiopatia ischemica e la vasculopatia cerebrale sono responsabili di più di 14 milioni di morti all’anno. Ciò fa delle malattie cardiovascolari la prima causa di morte in assoluto. Segue, infatti, a lunga distanza, la BPCO con 3 milioni di morti.
La strategia vincente, è la prevenzione primaria, volta a evitare il primo evento. Essa è la premessa necessaria per l’attivazione di strategie finalizzate alla riduzione del rischio e si attua attraverso un triplice passaggio:
1. attribuzione di una classe di rischio a ogni paziente
2. screening strumentale (da ripetere periodicamente) al fine di scoprire condizioni patologiche precliniche onde trattarle prima che provochino danni
3. intervento sui fattori di rischio modificabili (miglioramento stile di vita) ed eventuali terapie farmacologiche.
In questo piano di prevenzione, quindi, si colloca al primissimo posto la valutazione del Rischio Cardiovascolare Globale. Per una facile accessibilità al calcolo, sono state redatte le Carte del Rischio mediante le quali il medico, può stimare la probabilità di andare incontro a un primo evento cardiovascolare maggiore nei 10 anni successivi partendo da valori biometrici da cui si potranno evincere gli eventuali fattori di rischio che sono: età, sesso, diabete mellito, abitudine al fumo, pressione arteriosa sistolica, colesterolemia.

Aggiungendo a questi sei dati anche il valore del colesterolo HDL (buono) e la presenza di un eventuale trattamento antipertensivo già in corso, si ottiene il Punteggio Individuale che è un indicatore ancora più preciso per lo specifico paziente (a differenza della classe di rischio di appartenenza). Una volta stimato il rischio, il medico, in base ad esso, indicherà quali esami strumentali effettuare per cercare eventuali patologie incipienti o silenti. Oltre agli esami ematochimici di base, importantissimo sarà il ruolo di: ecocardiogramma, eco-Doppler carotideo, test da sforzo.

"Da medico, sono consapevole che le Domeniche della Salute – dichiara il presidente del Rotary Lugi Maria Pilla – sono un tassello importante dell’azione di Service Rotariana, in quanto rappresentano momenti di forte vicinanza ai bisogni della comunità".

Il prossimo appuntamento con le Domeniche della Salute ci sarà il 25 novembre 2018 con il dott. Pasquale Zagarese, per la prevenzione del tumore alla mammella. 

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di»Sanità