Rifiuti via Garrucci 12/03/2018   18:37 951

Comitato di Via Garrucci: "L'Asia raccoglie l'immondizia a fasi alterne"


"Si fermano all’imbocco, spazzano tutte le altre strade circostanti ma qui non entrano, quasi fosse la dogana di uno Stato estero". 

Non è la prima volta che capita che l’Asia non passi da noi a raccogliere l’immondizia. Questa settimana però si è superata. Non è passata nè martedì nè sabato ed oggi, domenica, c’è un cumulo di immondizia in bella vista per gli eventuali ospiti dei residenti".

E' quanto scrive Giovanni Chiusolo presidente del Comitato di Via Garrucci che poi continua: "Eppure, la tassa dell’immondizia si paga comunque e non è in funzione dei giorni di ritiro, e quindi di quelli nei quali l’azienda latita, ma in funzione di altri fattori. D’altra parte, sempre l’Asia, ci ha abituato a non vedere mai un operatore dell’azienda spazzare la strada. Si fermano all’imbocco, spazzano tutte le altre strade circostanti ma qui non entrano, quasi fosse la dogana di uno Stato estero".

"Siamo stanchi - conclude Chiusolo - di essere trattati in ogni occasione come cittadini di serie B. Chiederemo conto di questo ai vertice della società e se le risposte non saranno soddisfacenti muoveremo i nostri passi ricorrendo alle vie legali per tutelare immagine e decoro di chi è costretto, suo malgrado, a vivere a contatto con l’immondizia. Tra l’altro, la via è stata oggetto anche di sversamento di materiale di risulta di cantieri edili. Perché, al pari di come si fa con l’immondizia normale, non si verificano questi materiali e non si controllano i cantieri esistenti in città ? Forse si rintraccerebbero 'gli inzivados' ai quali dare una 'sonora lezione' convincendoli così ad essere persone civili".

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di»Attualità