Furto in abitazione 31/10/2018   12:9 1923

Castelvenere: notte da horror per due anziani rapinati ed aggrediti


Avviate le indagini sulla rapina che ha coinvolto l'ex sindaco da parte dell'Arma dei Carabinieri, eseguiti nella notte anche posti di blocco. 

Li hanno legati, picchiati, minacciati e rapinati. È l’incubo vissuto questa notte da due docenti in pensione, marito e moglie, di Castelvenere che, intorno alle 4 di questa notte, si sono visti piombare in casa - in via Pugliano a due passi dallo svincolo della Statale Telesina - quattro persone, tutte a volto coperto e muniti di guanti così da non lasciar traccia.

I due anziani, erano nella loco camera da letto e stavano dormendo quanto i banditi , entrati dopo aver forzato una porta secondaria, li hanno svegliati e malmenati. Da una prima ricostruzione all’indirizzo dei due ex docenti – E. C. 84enne già sindaco del centro telesino negli anni 70 e 80 (oltre ad una parentesi tra il ‘62 ed il ’64) e sua moglie di qualche anno più giovane, sarebbero volati diversi schiaffi con l’intento di farsi consegnare tutto quello che fosse nelle loro disponibilità. Attimi di autentico terrore, un’arancia meccanica conclusasi con la presa del bottino: soldi, circa 100 euro; alcuni oggetti in oro ed una pistola regolarmente detenuta.

Prima di darsi alla fuga, però, i banditi hanno poi concluso il loro piano legando i due che sono riusciti a liberarsi solo successivamente. Scattato l’allarme, sul posto sono poi accorsi i Carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita ed i sanitari del 118 che hanno medicato la coppia, qualche ematoma e diverse escoriazioni, per fortuna nulla di grave oltre al tanto spavento. Indagini in corso e a tutto campo, anche per capire la nazionalità dei malviventi, mentre su tutto il territorio sono stati attivati subito dopo una serie di posti di blocco ma al momento, dei 4, nessuna traccia. 

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di»Cronaca