Cristian Bucchi 08/11/2018   16:48 633

Carpi - Benevento. Bucchi: "Sara' battaglia, mi aspetto 11 leoni"


La conferenza stampa pre gara di mister Bucchi.

I giallorossi sono partiti questo pomeriggio per Carpi, dove sabato affronteranno la truppa di Castori al Cabassi per la 12ma giornata del campionato di Serie Bkt. I ragazzi di Cristian Bucchi dovranno riscattare la brutta prestazione ed il passo falso commesso al Vigorito contro l’Ascoli. Nella consueta conferenza pre-gara il tecnico dei sanniti ha parlato in primis di quanto vissuto nel dopo Ascoli, dell’ambiente e dei fischi: “L’ambiente dipende da quello che noi siamo capaci di costruire ed i fischi ce li prendiamo tutti. Se Ci sono tante aspettative vuol dire che in noi riconoscono delle qualità e questo deve essere uno stimolo a fare bene a rendere felici i tifosi e non un limite”.

Reazione: “A Carpi mi aspetto di vedere il Benevento, dobbiamo dimostrare con la continuità di essere una squadra forte. Fino ad oggi lo abbiamo fatto a sprazzi e tranne la partita di Pescara nelle altre sconfitte abbiamo fatto tutto noi. Io i ragazzi li vedo ogni giorno e so il loro potenziale. A Carpi voglio vedere un Benevento arrembante, voglio 11 leoni che non accettino passivamente quello che accade perché in alcune situazioni ci siamo appiattiti”.

Troppi goal subiti: “I numeri non mentono. Siamo uno degli attacchi migliori ma la media dei goal subiti(13) non è da squadra forte. Al di là degli episodi sfortunati, non dobbiamo far si che gli avversari possano rientrare in partita. Le gare le dobbiamo comandare noi”.

Avvicendamento tra i pali: “A Carpi giocherà Montipò, lo avevo già deciso dopo la sfida di Pescara e con la sconfitta rimandai il cambio e non mi sembrava addossare colpe a Puggioni, non che non ne ha: ha sbagliato come tutti. La scelta è semplice, voglio vedere Montipò in campo è forte ed ha un grande futuro”.

Centrocampo e gioco: “Non ho mai parlato delle assenze ma è il reparto che più in difficoltà anche per via dell’alto dispendio di energie. Abbiamo provato a giocare con le due punte ed il trequartista così da essere pericolosi e senza dare punti di riferimento. A questo va poi aggiunta l’individualità, molti di loro ancora non sono riusciti ad esprimersi al meglio, la ricerca della giocata, quel sano egoismo, la fame: questo dalla mia squadra lo pretendo. Mi fa male, sentir parlare di poco carattere e in campo scenderei per dimostrare il contrario. I ragazzi non mi hanno deluso, anche se abbiamo diverse cose da limare, sono quelli che fanno la differenza”.

Viola, Bandinelli e infermeria: “Maggio e Improta non ci saranno, il primo ha un problema all’adduttore mentre l’altro ha avvertito un fastidio. Viola può ricoprire diversi ruoli così da sfruttare tutte le sue qualità. Da mezzala non mi è dispiaciuto, a me piace far ruotare i tre di centrocampo. Mi è piaciuto anche Gyamfi che ha fatto bene con tanto impegno. Bandinelli è disponibile ed in buone condizioni”.

Carpi
: “Affronteremo una squadra pericolosa ed in salute che gioca molto sulle seconde palle, che attacca a profondità: mi aspetto una battaglia. Dovremo noi saper muovere bene la palla e a non concedere ripartenze”. 

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di»Serie B