Bucchi 30/12/2018   19:11 881

Bucchi: "Questo gruppo non molla, abbiamo alcuni rimpianti. Mercato? Operazioni mirate"


Bucchi all'85' è stato espulso dal direttore di gara per le eccessive proteste. 

È Cristian Bucchi a parlare a raggiungere per primo la sala stampa ed analizzare il match tra Benevento e Brescia valido per la diciannovesima giornata del campionato di Serie Bkt. Una gara che ha visto il Benevento a tratti padrone assoluto della partita ma poco cinico sotto porta.  “Parliamo degli episodi? – esordisce il tecnico – allora non c’è stata mai una partita in cui un episodio è venuto a nostro favore. Abbiamo preso goal sul loro unico tiro in porta avendo sempre il pallino del gioco. Loro – aggiunge avevano anche un giorno e mezzo in più di riposo ma questo è un gruppo che non si arrende”.

Risultato - “Il risultato di pareggio è giusto volevamo vincerla e tutti hanno corso fino alla fine. Il cambio di Del Pinto era programmato non quelli di Letizia e Antei che ci hanno fatto saltare un po’ di schemi. Anche questa sera gli episodi però non ci hanno dato una mano ma sul piano dell’impegno e del carattere abbiamo intrapreso la strada giusta”.

Movimenti in avanti – “Sia Insigne che Coda non dovevano dare nessun punto di riferimento e per questo i loro movimenti non erano sincronizzati, solo così potevamo avere ragione davanti alla difesa del Brescia e questo sarà utile anche in vista del girone di ritorno. Dirò la verità, mi sono piaciuti anche se hanno potuto dialogare poco. Cosa ci è mancato questa sera? Forse la qualità nella giocata, la giocata giusta, la rifinitura nella conclusione”.
Quadratura del cerchio – “Nelle ultime due abbiamo subito solo due goal, uno in fuorigioco contro il Verona e uno questa sera. Ciò vuol dire che una quadra è stata trovata. Il rientro di Del Pinto ci ha dato tanto anche in termini di equilibrio e dinamicità. Maggio e Viola avevano pochi minuti nelle gambe, non erano ancora al top. Buonaiuto era tornato acciaccato da Padova mentre Ricci e Asencio entrando a gara in corso avrebbero potuto spaccare la partita”:
Atteggiamento – Avevamo pensato di aggredirli alti fin da subito senza troppi fronzoli. A dettare l’atteggiamento sono anche le caratteristiche dei giocatori e ora l’equilibrio trovato dice questo. L’obiettivo è quello di recuperare tutti gli effettivi ed avere alternative”.

Rimpianti – “Se ho rimpianti? Certo, non sono riuscito a digerire il pari di Carpi e la sconfitta con il Verona che è pesata in termini di classifica. Si, alla fine del girone di andata mi sarei aspettato qualche punto in più ma dopo una retrocessione non è mai facile rimettere insieme i cocci e se a questo aggiungiamo gli infortuni e gli episodi qualche penalizzazione c’è stata”.

Mercato
– “Abbiamo parlato ed alcune valutazioni sono state fatte già tempo fa. Faremo pochi interventi, mirati magari per dare spazio a chi oggi non ha avuto continuità di gioco. Nocerino e Bukata inoltre non ci sono più e non faremo acquisti per riempire il numero ma dovranno arrivare giocatori di qualità che aiuteranno ad aumentare il livello della rosa”.

Coppa Italia – “Mi dispiace per le porte chiude a San Siro. Io sono concorde nel punire questi atteggiamenti ma non che a pagare siano poi gli innocenti ed in questo caso i tifosi del Benevento che ci avrebbero supportati vivendo un pomeriggio di sport”.

Condizioni di Antei e Letizia – “Antei ha avuto un crampo al polpaccio. Letizia ha avvertito un problema al flessore. Li abbiamo fermati in tempo e non dovrebbero avere problemi”.

Rompete le righe – “I ragazzi da stasera sono liberi. Ci incontreremo il sei gennaio sera per preparare la sfida di San Siro. Non resteranno con le mani in mano perché ognuno di loro ha un programma personalizzato di quattro sedute e speriamo che tra un pandoro ed un torrone lo svolgano in maniera completa. Dopo cinque mesi tirati però, credo sia giusto riposare”.

Espulsione
– “Avevo protestato per il rigore su Improta, mi è sembrato netto. Poi ho protestato per un tocco di mani di Bisoli non ravvisato mentre un attimo dopo il direttore di gara ha ammonito Billong e non mi sono trattenuto ma è tutto rientrato”. 

M.P.

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di»Serie B