Cristian Bucchi 02/11/2018   19:3 470

Bucchi: "Ascoli avversario duro. Cerchiamo continuita' di gioco e vittorie"


Le parole di mister Bucchi in sala stampa. 

Si è svolta questo pomeriggio al Ciro Vigorito la consueta conferenza stampa pre gara di mister Cristian Bucchi. Il tecnico giallorosso ha presentato la gara di domani contro l’Ascoli e fatto il punto sulla settimana di lavoro, parlando anche del mancato incontro di martedì a La Spezia. Proprio sul possibile recupero del match ha poi detto: “Preferirei giocarla in un weekend libero dal campionato che in un turno infrasettimanale”.

Bucchi vira subito sull’Ascoli che domani sarà di scena tra le mura amiche del Vigorito ed affronterà i giallorossi: “Hanno giocato bene ed hanno vinto con merito e credo che giungeranno qui anche con il morale alto. Avrei preferito giocare martedì a La Spezia anche perché avevamo affrontato un viaggio lungo e perso alcuni giorni di lavoro”.

Che gara mi aspetto? “Mi aspetto una bella gara – dice – tra due formazioni che hanno voglia di dare continuità al loro percorso e che stanno bene. Davanti ci ritroveremo un avversario difficile, una squadra corta e compatta, che dopo la vittoria sul Verona ha acquisito entusiasmo e che è pericoloso sulle palle inattive. Noi dobbiamo essere bravi a tenere l’equilibrio, imporre il nostro gioco ma anche fare punti e trovare continuità”.
Recuperi. “Maggio e Letizia sono completamente recuperati e quindi utilizzabili. Sono in condizione di giocare e farò le mie scelte. Provo ad essere sempre molto cauto anche perché il campionato è lungo. Ho a disposizione una rosa di qualità e tutti sono all’altezza del compito che saranno o meno chiamati svolgere. Poi, sono le sensazioni che si vivono sul campo e che ti trasmette il calciatore anche a farti capire il suo livello di condizione”.

Turnover? “Se ci fosse stata la gara di La Spezia forse avremmo dovuto fare dei cambi visti gli impegni ravvicinati; ora che la settimana è diventata normale anche se con delle particolarità e vedremo, Come detto, andiamo alla ricerca di continuità provando ad intelaiare un’ossatura senza troppi stravolgimenti. A Cittadella ci fu turnover ma dovemmo fare i conti anche con alcune esigenze fisiche. Proveremo dunque a fare i cambi, tenendo conto anche delle esigenze”.

Classifica. “La classifica la guarderemo solo alla fine del girone di andata. Allora tutte le squadre avranno lo stesso numero di gare giocate, ora è inutile”.

Le parole dell’ex. “Di Ascoli ho bei ricordi. Vincemmo un campionato sancendo il ritorno in A dopo diversi anni mentre nella seconda parte di quella esperienza ho avuto un po’ di sfortuna per via di alcuni infortuni ma anche delle vicende societarie”.

Ninkovic uomo in più dei bianconeri. “E’ il cuore ma non l’unica fonte di gioco e dovremmo essere comunque bravi a limitarlo. Insieme a lui l’Ascoli ha attaccanti bravi come Ganz e centrocampisti molto dinamici oltre che una difesa rocciosa”.

Billong. “Sono molto contento di lui. È entrato al 100% nel mondo Benevento. Pensare che in estate era pronto a partire ed invece ora ha trovato serenità calandosi nella realtà. Anche in allenamento fa un ottimo lavoro e sta migliorando sia in fase tattica che sul piano della leadership”.

Infermeria. “Bukata dovrebbe rientrare in squadra la prossima settimana mentre Antei è già disponibile e lavora con noi. Del Pinto sta svolgendo tanto lavoro in piscina, ha ancora le stampelle ma crediamo di recuperarlo per il dopo Carpi e credo che lo stesso discorso valga per Tuia”.

Settore giovanile. “Mi piace tanto coinvolgere negli allenamenti i ragazzi del settore giovanile, molti hanno grandi qualità e si fanno trovare sempre pronti proprio a dimostrazione di ciò; significa che si lavora bene. Certo, avere una rosa ampia non aiuta l’utilizzo dei giovani ma spero di riuscire a portare avanti questo discorso che è condiviso dalla società e anche dai vari staff”. 

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di»Serie B