Ben - Cre 27/10/2018   13:41 636

Bis Benevento, la Cremonese cade al Vigorito. Sanniti al secondo posto


Goal del vantaggio di Coda con un tiro a giro e raddoppio di Insigne che batte Radunovic in uscita. Per i grigiorossi accorcia le distanze Migliore. 

   
  Puggioni 
    sampdoria Serie A

Gyamfi

Volta
 
Billong


Letizia

   
Viola
   
 
Tello
 
Bandinelli
 
 
Insigne

Coda

Buonaiuto
 
 
Castrovilli

Brighenti

Carretta
 
 
Croce
 
Arini
 
   
Castagnetti
   

Migliore

Kresic
 
Claiton

Mogos 
   
Radunovic
  Cremonese Serie B

Ostica la Cremonese che è giunta al Ciro Vigorito con un ruolino di marcia importante: soli tre goal al passivo e non aveva ancora mai perso in questo campionato. Fatale fu la Strega, dunque, che offre una prestazione tutto cuore, sacrifico e geometrie almeno nel primo tempo. Nel secondo invece la truppa di Bucchi è calata e la Cremonese alla distanza è uscita pur non creando particolari pericoli oltre al goal di Migliore. Se il vantaggio di Coda è una delizia, il due a zero è il frutto di quel lavoro settimanale e di movimenti provati e riprovati in allenamento. La Cremonese resta comunque una signora squadra, ben messa in campo, ordinata e tignosa. Una vittoria fondamentale per il Benevento che acciuffa il secondo posto in solitaria (in attesa del Verona) piazzandosi a due lunghezze dal Pescara. Ora, martedì i giallorossi saranno al Picco dove nella decima giornata affronteranno lo Spezia. 

Le scelte

Bucchi perde Maggio per infortunio, con lui out anche Del Pinto, ma recupera Antei che va in panchina. Il tecnico dei giallorossi non snatura il suo classico 4-3-3 con Puggioni tra i pali, Gyamfi (sostituisce Maggio), Volta, Billong e Letizia a comporre il pacchetto arretrato. In mediana spazio a Tello e Bandinelli pronti ad affiancare Viola mentre in attacco il tridente è composto da Buonaiuto, Insigne e Coda.

Mandorlini fa la conta. Deve rinunciare a Paulinho, Terranova (al suo posto Kresic), Piccolo, Emmers e Perrulli. Ritrova invece Piccolo, Mogos e Castrovilli. Modulo a specchio per i grigiorossi e dunque 4-3-3 con Radunovic in porta, Mogos, Kresic, Claiton e Migliore in difesa, Castagnetti, Arini e Croce in mediana mentre Carreta, Brighenti e Castrovilli formano il tridente.

La gara

Pronti via e la Cremonese prova subito a colpire con Castrovilli che salta con una magia Gyamfi e dal vertice basso tenta un tiro a giro che però si spegne alto sulla traversa. La replica del Benevento arriva all’8’ con Coda che di testa, su cross di Letizia, impegna severamente Radunovic. Passa un minuto e Buonaiuto lascia partire una rasoiata che però l’estremo difensore ospite blocca senza problemi.

Occasionissima Benevento al 10’ quando Radunovic sbaglia il rinvio, complice la pressione alta dei sanniti, ne approfitta Tello che lancia nello spazio Insigne che per non arriva e sfuma un’azione potenzialmente pericolosa. All’11 ci riprova Castrovilli da posizione quasi impossibile e Puggioni si oppone con i piedi. Al 13’ ci prova poi Gyamfi con una staffilata da fuori dopo aver raccolto una respinta della difesa grigiorossa ma non inquadra la porta.

Partiva vivissima, così da pronostico, con entrambe le formazioni che sono apparse fin dai primi minuti aggressive e vogliose. La Cremonese torna ad impensierire il Benevento al quarto d’ora: prima Billong regala un corner alla truppa di Mandorlini sul quale per un soffio non arriva Claiton e poi su un’uscita sbagliata ci prova l’ex Carretta su appoggio di Brighenti e palla sul fondo.

Al 17’ ecco il vantaggio dei sanniti. Lancio di Insigne per Coda che dal limite salta il suo diretto marcatore e con un tiro a giro sul secondo palo infila Radunovic. Neanche il tempo di esultare che Bucchi deve subito effettuare un cambio: fuori Letizia per infortunio e dentro Di Chiara.

Dopo il goal, la Cremonese sembra aver perso certezze mentre il Benevento crea pericoli soprattutto sulla corsia di sinistra. Al 24’ Ci prova Insigne, assist di Tello, ad indovinare l’angolo giusto ma la palla esce fuori di un soffio con Radunovic praticamente battuto. Poco prima un traversone basso di Castrovilli attraversa tutta l’area ma sia Brighenti che Carretta non si fanno trovare pronti.

Al 37’ dopo alcuni minuti di lotta serrata a centrocampo il Benevento trova il varco il giusto e Coda serve il taglio nello spazio di Insigne (aveva anche recuperato palla) che si ritrova solo davanti a Radunovic e di giustezza sigla il 2 a 0. Al 38’ Viola si fa 35 metri palla al piede arriva al limite e calcia con la palla che non esce lontana dalla porta. Al 43’ Bandinelli frena Mogos che era in progressione e si becca il giallo, Il calcio di punizione è affidato a Castagnetti che però conquista solo un corner poi liberato dalla retroguardia di casa.

Nella ripresa la Cremonese sembra essere entrata in campo con altro piglio e prova subito ad insidiare i giallorossi che invece sprecano un paio di ripartenze con Insigne. La truppa di Mandorlini accorciano le distanze al 53’ con Migliore che dal limite lascia partire un siluro che fulmina Puggioni. Sia Bucchi che Mandorlini iniziano a cambiare qualcosa: fuori Carretta e dentro Strefezza per la Cremonese, fuori Insigne e dentro Ricci per il Benevento. Nel frattempo i minuti passano ed i ritmi non sono certamente più quelli visti nel primo tempo. Al 66’ il cross di Buonaiuto da sinistra per poco non trova Ricci pronto a battere a rete ma Kresic si rifugia in angolo. Sul capovolgimento di fronte anche Strefezza non si fa trovare pronto all’appuntamento con il pallone e Gyamfi chiude la diagonale e libera.

All’improvviso il Benevento si accende. Coda va via a Claiton che lo stende e conquista un calcio di punizione dal limite. Lo batte lo stesso attaccante che colpisce in pieno il palo. L’azione resta viva ed il Benevento fa incetta di corner con la Cremonese che si difende a fatica. Gli stregoni al 74’ conquistano un nuovo calcio di punizione dal limite per fallo di Mogos su Viola, ormai la Cremonese non riesce più ad uscire dalla sua metà campo. Sul pallone va Viola ma la conclusione sorvola la traversa.

Benevento ancora pericoloso al 78’. Puggioni rilancia, Claiton buca l’intervento e ne approfitta Coda che controlla ma viene poi ripreso da un grane intervento difensivo da Kresic che la mette in fallo laterale. All’84’ Coda sfugge via alla marcatura, arriva al limite, la finta e poi la conclusione che si spegne sul fondo. Anche la Cremonese tenta l’arrembaggio finale approfittando di qualche ripartenza ma nel frangente è attentissimo Puggioni in uscita su Brighenti. All’89’ ci prova Viola su assist di Coda ma la conclusione viene deviata in corner.

Finale di partita con il Benevento che si difende con ordine e senza patemi mentre la Cremonese si affida a lanci lunghi che Volta e Billong neutralizzano in ogni modo. La retroguardia regge l’urto e dopo oltre 5’ di recupero il Vigorito può esultare mentre la Curva Sud sembra ricomporsi. I giallorossi in attesa del Verona è solo in classifica al secondo posto ed a 2 punti dal Pescara. Martedì per i giallorossi c’è lo Spezia.

Tabellino

Benevento Calcio(4-3-3): Puggioni; Gyamfi, Volta, Billong, Letizia(19’ Di Chiara); Viola, Tello, Bandinelli; Insigne(57’ Ricci), Buonaiuto(76’ Improta), Coda. A disposizione: Montipò, Gori, Sparandeo, Antei, Costa, Goddard, Nocerino, Volpicelli, Asencio. All. Bucchi.

US Cremonese(4-3-3):
Radunovic; Mogos, Claiton, Kresic, Migliore; Croce(39’ Greco), Arini, Castagnetti(76’ Boultam); Carretta(56’ Strefezza), Brighenti, Castrovilli. A disposizione: Ravaglia, Volpe, Marconi, Del Fabro, Spaviero, Renzetti. All. Mandorlini.

Arbitro: sig. Aleandro Di Paolo di Avezzano.
Assistenti:
sig. Vincenzo Soricaro di Barletta e sig. Giuseppe Maccaddino di Pesaro.
IV Uomo:
sig. Luca Massimi di Termoli.

note. Spettatori 10.011 di cui 8.438 abbonati e 1.3573 paganti. Una trentina i tifosi grigiorossi presenti al Vigorito.

Marcatori: 17’ Coda(B), 37’ Insigne(B)., 53’ Migliore(C).
Ammoniti:
21’ Arini(C), 43’ Bandinelli(B), 55’ Carretta(C), 60’ Strefezza(C), 67’ Volta(B), 80’ Billong(B), 90+2’ Tello(B), 90+2’ Greco(C).
Angoli:
8 a 6 Benevento.
Fuorigioco:
3 a 0 Cremonese.
Recupero:
4’pt. 5’st.

Michele Palmieri

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di»Serie B