Arpaise (Benevento). Celebrazioni del 4 novembre (2018) 04/11/2018   20:38 353

Arpaise celebra la Festa delle Forze Armate e dell'Unità Nazionale


Come ogni Comune d'Italia anche il piccolo comune sannita di Arpaise, ha celebrato la giornata dedicata alle forze armate, e la commemorazione dei caduti in guerra nella ricorrenza del Centenario della Grande Guerra.

La cerimonia commemorativa è iniziata con la Santa Messa in suffraggio dei Caduti presso la Parrocchia Beata Vergine Maria, San Rocco, San Sebastiano, officiata dal Parroco Don Albert Mwise, alla presenza del Diacono Don Giuseppe Rossi, del sindaco accompagnato dal Vicesindaco e da tutta l'Amministrazione, e dalla locale Polizia Municipale, alla presenza del Vicepresidente dell'Associazione Nazionale Combattenti Guerra di Liberazione Sezione Provinciale di Benevento, e Sezione di Arpaise (Bn) Giovanni Russo, in rappresentanza del Presidente Michele Panaggio impegnato in altra cerimonia.

Al termine della Santa Messa, si è svolta la benedizione della Corona, procedendo poi in corteo sino al monumento ai caduti dove si è svolta la Cerimonia della deposizione della Corona d'alloro, al suono melodioso del Piave, del Silenzio Militare, dell'Inno Nazionale; la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica, la preghiera per la Patria, e per i caduti di tutte le guerre da parte del Vicepresidente dell'Associazione Nazionale Combattenti Guerra di Liberazione della Sezione Provinciale di Benevento, e della Sezione di Arpaise Giovanni Russo,e l'intervento del Sindaco di Arpaise Vincenzo Forni Rossi.

Una cerimonia molto partecipata e sentita da tutta la comunità. In occasione di codesta cerimonia, il ricordo è andato non solo alle vittime delle guerre, ma anche a quelle dell'odio, dell'oppresssione. È stato definito importante promuovere sempre gli ideali di pace, di libertà, di democrazia, per costruire dialogo e armonia, pace e amore condiviso. Anche il valore cristiano dell'amore per il prossimo è stato richiamato, quale guida per i nostri cuori, nel giorno in cui l'Italia tutta si unisce, come si unì allora, a commemorare l'operato delle Forze Armate, che spesso si sacrificano, pagando anche con la vita per la libertà di uno stato democratico e unito.

In questo giorno, in cui ricordiamo l'Unità d'Italia e rendiamo onore alle Forze Armate, e a tutti coloro che hanno versato il proprio sangue per il bene dell'Italia,per le sacre leggi, coltivare la loro memoria significa comprendere l'inestimabile ricchezza morale che ci hanno trasmesso, e rappresenta per tutti noi lo stimolo più profondo ed autentico per adempiere ai nostri doveri di cittadini d'Italia e d'Europa, che credono nella solidarietà e nella convivenza pacifica tra i popoli.

Quest'anno ricordiamo il centenario della grande guerra, un episodio estremamente doloroso per i soldati e per le popolazioni colpite, a cui l'Italia seppe reagire con l'orgoglio e la determinazione di una giovane Nazione.

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di»Attualità