4 Novembre Amorosi 05/11/2018   22:4 736

Amorosi, celebrata la festa del 4 novembre con US Naval Forced Europe Band


Dopo la benedizione da parte del parroco ci sono stati gli interventi dei ragazzi della Scuola che con le loro semplici parole hanno voluto esprime i loro messaggio di pace.

Questa mattina, nella bella piazza di Amorosi, in una tipica giornata autunnale, si è celebrata la Giornata dell'Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate. Già delle prime ore della mattinata la piazza della cittadina telesina si è animata con l’arrivo delle associazioni combattentistiche e d’arma con i loro lucenti gonfaloni.

Hanno dato lustro alla cerimonia con la loro presenza il Comandante del Nucleo di Polizia Economica Finanziaria della Guardia di Finanza, Ten. Col, Vincenzo BONTIEMPO, le autorità cittadine: il Il Sindaco, Prof. Giuseppe Di Cerbo, il Parroco, Don Lazzaro Marino Labagnara, il Comandante della Stazione dei Carabinieri, il Comandante della Polizia Locale e i consiglieri comunali e tanti altri convenuti dai paesi limitrofi.

L’organizzazione della manifestazione è stata curata dal Presidente Andrea Grasso, coadiuvato dai soci della locale Sezione dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia (ANFI), ed ha visto protagonisti gli studenti della Scuola, le Sezioni ANFI di Benevento e Nola, le Sezioni dell’Associazione Nazionale Carabinieri (ANC) di Telese Terme e San Salvatore Telesino, l’Associazione Nazionale Polizia di Stato (ANPS) di Benevento e del raggruppamento di Telese Terme, l’Associazione Nazionale Forestali (ANFOR) di Benevento, l’Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco (ANVVFF) di Telese Terme e l’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci (ANCR) di Caiazzo e di Telese Terme.

Quest’anno, con la ricorrenza del centenario della fine della “”Grande Guerra””, la manifestazione ha visto la presenza della “”U.S. NAVAL FORCED EUROPE BAND”” diretta dal Maestro Luogotenente Marco DI RIENZO che hanno scandito con brani patriottici tutte le fasi della solenne cerimonia ed esibendosi con alcuni brani del loro repertorio, ricevendone un lusinghiero plauso.

La cerimonia ha avuto inizio con l’alzabandiera, un simbolo che unisce tutti e che rappresenta l'identità nazionale, identità nazionale che un militare giura di difendere sino all'estremo sacrificio, a prescindere da ogni ideologia politica e religiosa.  A seguire c’è stata la deposizione della corona d’alloro al monumento dei caduti. Ricordare il nominativo dei morti e dei dispersi nelle due guerre mondiali che con il loro sacrificio hanno dato vita all’unità d’Italia, è stato un momento toccante, esaltato poi con la deposizione di un fiore sul monumento da parte dei bambini delle Scuole.
Dopo la benedizione da parte del parroco ci sono stati gli interventi dei ragazzi della Scuola che con le loro semplici parole hanno voluto esprime i loro messaggio di pace.

A seguire il Sindaco, prof. Giuseppe Di Cerbo, ha rivolto un caro saluto ai rappresentanti delle associazioni presenti, alle autorità militari, religiose e civili, e a tutti i cittadini ed, in particolare, ai ragazzi presenti in rappresentanza delle scuole, ha voluto ricordare, in special modo, tutti coloro che, anche giovanissimi, hanno sacrificato il bene supremo della vita per un ideale di Patria.

Al termine della cerimonia l’Amministrazione Comunale, nello splendido cortile di Palazzo Maturi, ha offerto un rinfresco ai partecipanti alla manifestazione.

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di»Attualità