Se bastasse un momento di gioia 20/09/2018   17:40 836

A San Lorenzello la presentazione di "Se bastasse un momento di gioia"


Il 29 settembre presso la Sala del Frantoio di Palazzo Massone a San Lorenzello la presentazione del libro di Patrizia Bove.

La Vita. Nonostante le avversità e la guerra. Questa la chiave di lettura del romanzo di Patrizia Bove edito da edizioni 2000Diciassette. Il titolo, “Se bastasse un momento di gioia”, che sarà presentato sabato 29 settembre, alle ore 18.00, presso la sala del frantoio di Palazzo Massone a San Lorenzello.

Ispirato ad una poesia di Emily Dickinson, è un affresco reale di vita familiare che trae ispirazione da documenti che l’autrice ritrova in una scatola, memoria storica della sua famiglia.Tina ha solo ventiquattro anni, è bella e determinata. Il quattro dicembre ‘42 si reca in profumeria, dove lavora, sognando di odorare la fragranza di fiori e bergamotto del profumo “tempio dell’amore” Shalimar di Guerlain, il suo preferito. Ma la vita ha in serbo per lei altri progetti…

Quello è un giorno cruciale per le sorti della guerra sul fronte italiano. Napoli viene bombardata a tappeto dagli Americani; un attacco cruento. La gente è colta alla sprovvista; sono colpite case, chiese, ospedali, uffici e negozi e molte persone rimangono seppellite sotto le macerie. L’attacco non viene intercettato dalla contraerea e le sirene d’allarme non suonano.

E in quel giorno nasce la vicenda, ambientata in una Napoli devastata, assediata dai tedeschi, attenzionata dagli americani e un paese dell’entroterra sannita, San Salvatore telesino, dove la famiglia trova riparo ed accoglienza.

La giovane, con i suoi fratelli e le sue sorelle, affrontano i cambiamenti necessari e dolorosi determinati dalla guerra senza perdere la voglia di vivere e la speranza del domani. Un narrato biografico ma che potrebbe accomunare quanti hanno vissuto il fascismo e la guerra. Una generazione determinata a proteggere il suo sogno e il suo futuro nonostante i bombardamenti, le deportazioni, la fame e la violenza. Un susseguirsi di gioia e amore, dolore e disperazione. Ma soprattutto rinascita. Tra un frammento di stella e una scheggia di bomba.

Alla presentazione che sarà intervallata da intermezzi musicali a cura dell’associazione Eufonia, interverranno oltre all’autrice, Adele Grassito, responsabile del Centro culturale Hecate di Casagiove, Maria Pia Selvaggio, direttrice editoriale di Edizioni 2000diciassette, Tullio Ruggieri, presidente del Consiglio comunale di S. Lorenzello, Alfonso Guarino, presidente dell’Ente Vigliotti. Coordina Luciano Lombardi, giornalista e presidente della Fondazione Massone-Cerza.

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di»Letteratura