Corteo Migranti  09/10/2018   15:15 2285

12 ottobre corteo contro il Decreto Sicurezza - Immigrazione: Benevento si mobilita


Diverse le sigle che hanno aderito alla mobilitazione tra cui la Caritas, LeU e Dema.

Il Collettivo Studentesco Clandestinamente, inn preparazione del corteo contro il Decreto Sicurezza - Immigrazione ha promosso per domani 10 ottobre alle ore 18.00 un'assemblea presso l'Orto di Casa Betania per discutere delle motivazioni alla base della protesta ed avviare un confronto con il mondo del volontariato cattolico, dell'associazionismo, degli operatori dell'accoglienza sui veri modelli di integrazione e di inclusione sociale dei centri Sprar e del modello dei Comuni in Welfare messo in atto dal Consorzio il Sale della Terra.

“Ci auguriamo – spiegano gli organizzatori – la presenza di tanti operatori ed esponenti e volontari del settore dell'accoglienza, dei migranti ospitati in tali centri per poter avviare un confronto ed una discussione il più partecipata possibile. Il tema dell'accoglienza, dell'integrazione, dell'inclusione sociale, dei diritti sociali e della lotta alla povertà non possono essere appannaggio di una sola parte ma sono temi sui quali la società civile è chiamata a confrontarsi costruendo dialogo e ponti laddove sorgono paure, terrore e muri sui quali speculano le forze politiche oggi al governo del paese. Alla fine dell'incontro si decideranno insieme le modalità organizzative del corteo e della gestione della piazza”.

Intanto questa mattina sono stati distribuiti in tutte le scuole cittadine i volantini per il corteo del 12 ottobre. Si legge: «In un momento storico e sociale in cui spesso le nostre idee non nascono da analisi di eventi reali, da critica complessa ma pongono le loro radici in commenti, pareri, immagini e notizie distorte e strumentalizzate provenienti prevalentemente dal web é necessario ritornare al contatto fisico con la realtà. Come? Con lo scontro e l'incontro di idee, con la partecipazione concreta e con l'unione di singoli. Prendiamo atto che nostro paese sta subendo un'ondata di aria xenofoba e discriminatoria nei confronti del diverso, del più debole. In linea con I decreti sicurezza del precedente governo, quello attuale con il suo ultimo decreto legge denominato "sicurezza e immigrazione" non ha fatto altro che inasprire la guerra tra poveri limitando di fatto I diritti e la libertà di circolazione delle persone. Decreto sicurezza che estende i dispositivi securitari e repressivi a tutta la società,comprese le scuole dove continua ad essere massiccia la presenza di controllori e forze dell'ordine come se I luoghi del sapere fossero luoghi dove si annidano potenziali delinquenti. Anche nella nostra città si respira da tempo un clima di odio e intolleranza, una paura e rabbia diffusa che peró invece tace dinanzi ai casi eclatanti di ingiustizia che anche nella nostra terra accadono. Il 12 ottobre gli studenti beneventani scenderanno in piazza per contestare il governo giallo-verde che dall’inizio del suo mandato non ha fatto altro che fomentare l’odio razziale e xenofobo. L’unico provvedimento preso in ambito scolastico, il decreto scuole sicure, vede nella sua applicazione soltanto un esponenziale aumento della paura e del proibizionismo. Organizziamoci per costruire una scuola libera da paura e discriminazioni di ogni genere!».

Hanno aderito finora all'appello alla mobilitazione:

CARITAS BENEVENTO; DON NICOLA DE BLASIO; FEDERAZIONE PROVINCIALE UNIONE SINDACATO DI BASE; FEDERAZIONE DEL SOCIALE USB; ASIA-USB BENEVENTO; LIBERI E UGUALI; DEMA BENEVENTO; L@P ASILO 31; EXIT STRATEGY.

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di»Attualità