Boot Camp 07/02/2019   17:6 737

"Boot Camp". Parte da Benevento l'azione di sensibilizzazione per i neo genitori della Campania FOTO


Nel pomeriggio la consegna dei kit “Boot Camp” è proseguita all'Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale “Sacro Cuore di Gesù – Fatebenefratelli”. 

Questa mattina presso la Sala Conferenze dell'Azienda Ospedaliera “San Pio” di Benevento è stato presentato “Boot Camp”, un vero e proprio kit di addestramento per i neo genitori della Campania con consigli e suggerimenti utili per le famiglie con bambini e bambine “dentro e fuori la pancia di mamma”. Alla conferenza stampa con il personale dell'Azienda Ospedaliera e il mondo dell'informazione sannita hanno preso parte il direttore generale del “San Pio”, Renato Pizzuti; l'assessore alle Pari Opportunità della Regione Campania, Chiara Marciani e il consigliere regionale, Erasmo Mortaruolo.
Al termine dell'incontro sono stati consegnati, presso l'Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia, i primi kit ed una guida pratica per genitori, realizzati dalla Regione Campania grazie alla cooperazione di alcuni partner con l’intenzione di promuovere iniziative di sostegno e indicazioni di buone prassi rivolte ai neo genitori.

Nel pomeriggio la consegna dei kit “Boot Camp” è proseguita all'Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale “Sacro Cuore di Gesù – Fatebenefratelli” di Benevento con Fra John Marc Languez, Padre Superiore dell'Ospedale; l'assessore Chiara Marciani e il consigliere Erasmo Mortaruolo.

«Sono davvero contento – ha detto il consigliere Mortaruolo – che, dopo la presentazione ufficiale dello scorso 29 gennaio, sia stata scelta proprio Benevento con l'AO “San Pio” e l'Ospedale “Fatebenefratelli” quale seconda tappa, tra i 54 punti nascita regionali, per la consegna di questi kit che sono stati realizzati dalla Regione Campania grazie al supporto di partner che hanno sposato e supportato le finalità di questa iniziativa. Grazie a questo momento bellissimo di incontro con tante mamme e papà, ma anche di tanti operatori sanitari, medici, personale amministrativo, direzione generale sia dell'AO "San Pio" che del "Fatebenefratelli" abbiamo visto che non tutto va male nelle aree interne e nella sanità delle aree interne. Ma vogliamo fare ancora di più, insieme con tutte le istituzioni locali, per mettere insieme anche nei prossimi mesi azioni volte a implementare i loro servizi e rispondere efficacemente ai reali bisogni del territorio. Un grazie speciale all'Assessore regionale alle Pari Opportunità, Chiara Marciani che ha pensato di partire proprio da Benevento con questa capillare azione informativa. Grazie anche alle direzioni dell'Azienda Ospedaliera "San Pio" e del "Fatebenefratelli" per aver, sin da subito, accolto il mio invito a condividere con le neo mamme l'iniziativa promossa dalla Regione Campania. Ora vorremmo raggiungere anche un altro obiettivo: limitare ulteriormente il ricorso al parto cesareo per le primipare. Fino a qualche anno fa, avevamo in Campania strutture dove la media dei parti cesarei era del 95%. Stiamo raggiungendo la soglia prevista dagli standard nazionali. L’informazione è un aspetto fondamentale per una gestione corretta della gravidanza e all’AO “San Pio” la percentuale dei parti cesarei è limitata al 20%. A volte si pensa che l’assistenza sanitaria sia racchiusa soltanto in azioni terapeutiche e diagnostiche. È invece fondamentale, attraverso una attività informativa diffusa e puntuale, guidare in questa fase i neo genitori con consigli utili».

«L’azione di sensibilizzazione – ha sottolineato l'assessore Marciani – rivolta ai neo genitori della Campania, con azioni e strumenti messi in atto a favore della salute del loro bambino, ha l’obiettivo di renderli consapevoli dell’impegno per uno sviluppo sano e privo di rischi per l'alimentazione e per la salvaguardia del suo benessere. Voglio ricordare che in ciascun kit sono contenuti dei prodotti e benefit che alcuni brand hanno voluto destinare al progetto per accompagnare le famiglie durante il primo anno di vita del loro bambino. Presente anche l’opuscolo informativo “Dentro e fuori la pancia di mamma”, promosso dalla Regione Campania, a contenuto sociale e scientifico sulle tematiche materno-infantili con indicazione dei presidi ospedalieri e dei Punti Nascita presenti in tutto il territorio campano. La consegna dei kit all'AO "San Pio" e al "Fatebenefratelli" è stata anche l’occasione per incontrare tante mamme e tanti papà ma anche tanti dottori, dottoresse, ostetriche, che c on passione e dedizione accompagnano le donne in un momento delicato ed emozionante come quello del parto. Senza dimenticare pediatri e neonatologi che accompagnano le neomamme e neo papà nella loro grande nuova sfida di genitori. E il kit vuole accompagnarli in questa sfida».

«L’Azienda Ospedaliera “San Pio” - ha affermato il direttore Generale Pizzuti – pone da sempre grande attenzione alla salute della donna e del bambino. Esso è infatti sede di uno specifico Dipartimento Materno-Infantile che, con le sue varie specialità, è in grado di dare risposte concrete alle varie specificità della donna e del bambino, non tralasciando la salute della donna con percorsi dedicati alle varie epoche di vita (UOC di Ostetricia e Ginecologia); la salute del bambino (UOC Neonatologia con TIN, UOC Pediatria, UOSD Genetica Medica, UOSD Neuropsichiatria Infantile); i percorsi di PMA per le donne che bambini non ne riescono ad avere (UOSD PMA) e quelli di importanti patologie quali il tumore della mammella (UOC Senologia). Ad oggi, molti risultati sono stati raggiunti e in particolare un importante obiettivo LEA circa la percentuale di parti cesarei primari che è pari al 20,82% e cioè contenuta entro il 20,01-24,00% grazie alle attività della UOC di Ostetricia e Ginecologia».

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di»Attualità