"Ad Maiora", Unifortunato 01/10/2018   11:43 527

"Ad Maiora", l'Unifortunato presenta offerta formativa e progetti di ricerca | FOTO


Ad Maiora è stata l’occasione per parlare di merito con la consegna dei primi “Fortunato awards” ai laureati dell’Ateneo.

Promossa a pieni voti la prima edizione dell’evento “Ad Maiora”, organizzata dall’Università Giustino Fortunato di Benevento nel suggestivo scenario dell’Auditorium San Vittorino.

La manifestazione, che si è svolta in occasione della “Notte Europea dei Ricercatori in Italia” voluta dalla Commissione Europea per valorizzare e promuovere il merito e la ricerca, è stata aperta dai saluti del Pro Rettore prof. Ennio De Simone, che ha presentato al pubblico i valori e la mission dell’UniFortunato, Ateneo riconosciuto dal Miur e che in poco più di un decennio ha ottenuto importanti riconoscimenti. De Simone ha parlato di una Università proiettata nel futuro e piena di ambizioni, grazie ad un corpo docente e a un polo di ricerca di primo livello. Caratteristiche che rendono l’Università Giustino Fortunato una eccellenza nel panorama degli Atenei in Italia, in particolare tra le telematiche.

Di ricerca ha parlato la professoressa Ida D’ambrosio presentando in anteprima l’attività di ricerca dell’UniFortunato che si basa sulla qualità dei docenti, sulla validità scientifica delle linee di ricerca sviluppate, nonché sul loro carattere di innovazione, originalità, interdisciplinarità ed internazionalità. La Delegata del Rettore alla ricerca ha sottolineato l’intensa attività scientifica dell’UniFortunato, che si articola in pubblicazioni, seminari, convegni nazionali e internazionali, progetti di ricerca finanziati con fondi nazionali ed europei e progetti di ricerca sostenuti dallo stesso Ateneo. Inoltre ha richiamato l’attenzione sul progetto di ricerca " Il contratto di E-Commerce e la promozione e divulgazione del Made in Italy" con il quale la Giustino Fortunato ha partecipato al PON R&I 2014-2020.

Nel presentare l’offerta formativa dell’UniFortunato per l’a.a. 2018/19, il prof. Paolo Palumbo, Delegato del Rettore alle attività di orientamento e terza missione, ha invece posto l’attenzione sui punti di forza dell’UniFortunato, un Ateneo giovane e al passo coi tempi, che coniuga i saperi tradizionali con le più avanzate tecnologie e-learning.  Tra i nuovi corsi di laurea per l’a.a. 2018/19 l’Ateneo ha inserito Psicologia e Scienze dell’educazione, presentati al San Vittorino dal prof. Alessandro Di Carlo, responsabile dei nuovi insegnamenti e segretario nazionale dell’Ordine degli psicologi.

Il prof. Palumbo, inoltre, si è soffermato su due parole chiavi che caratterizzano la politica della Giustino Fortunato degli ultimi anni: “qualità e lavoro”; qualità, recentemente riconosciuta anche dall'Anvur (Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario); lavoro, perché il 75% dei laureati UniFortunato entrano nel mondo lavorativo nell’arco di un anno dal conseguimento della laurea, supportati anche grazie alle tante iniziative di placement che l’Ateneo telematico mette a disposizione dei propri studenti. E ben il 98% degli studenti si dichiarano soddisfatti dei servizi erogati dall’Ateneo e di tutte le attività di orientamento, a conferma della centralità dello studente nella politica dell’UniFortunato.

Guest star di Ad Maiora è stato il cantante Valerio Scanu, neo-studente dell’Università Giustino Fortunato, che ha raccontato la sua personale esperienza e le motivazioni che lo hanno portato ad intraprendere la carriera universitaria nell’Ateneo sannita. L’artista, nonostante i suoi numerosi impegni, ha dichiarato di volersi dedicare con forte interesse alla nuova e stimolante esperienza dello studio universitario affermando di aver trovato la qualità che cercava nell’UniFortunato. 

Valerio Scanu, vincitore nel 2010 del Festival di Sanremo e protagonista dei più importanti reality televisivi, festeggerà il 5 ottobre a Milano i primi dieci anni di carriera con la pubblicazione della sua nuova opera discografica “Dieci”.

Ad Maiora è stata l’occasione per parlare di merito con la consegna dei primi “Fortunato awards” ai laureati dell’Ateneo che si sono affermati e distinti nelle professioni: Luigi Ambrosone, Vincenzo Matafora e Massimo Vinale, persone già inserite nel mondo del lavoro al momento dell’iscrizione all’UniFortunato e che grazie al titolo di studi conseguito hanno potuto ottenere avanzamenti di carriera e traguardi più prestigiosi nei loro ambiti di competenza. I premi sono stati consegnati dal Pro Rettore Ennio De Simone e dallo stesso Valerio Scanu.

La manifestazione è stata allietata dai musicisti del Conservatorio di Musica “Nicola Sala” di Benevento che hanno dedicato alcuni brani all’ospite della serata.

^ torna in alto Stai leggendo un articolo di»Universit√†, Ricerca